domenica, Settembre 26

Kenya, la terra trema e si spacca nella Rift Valley Secondo i geologi, si tratterebbe di una fase tettonica che nel corso del tempo potrebbe portare alla divisione in due del continente africano

0

In Kenya una enorme frattura si è aperta nella terra in piena Rift Valley, a causa dell’azione combinata di diversi fenomenici, tra cui movimenti tellurici e alluvioni. Secondo i geologi, si tratterebbe di una fase tettonica che nel corso del tempo potrebbe portare alla divisione in due del continente africano, con la separazione del Corno d’Africa.

La gigantesca frattura si è aperta nella città di Narok, in piena Rift Valley, ed oltre a distruggere alcuni edifici ha danneggiato anche l’autostrada che porta verso la capitale, Nairobi. Le scosse, comunque, sono una costante in queste zone soprattutto a causa del contatto tra le varie placche africane, quella indiana e quella arabica.

Le alluvioni degli ultimi mesi, molto frequenti in questo periodo dell’anno, hanno fatto sì che l’acqua si infiltrasse all’interno della terra e nelle rocce della Rift Valley, causando frane e smottamenti che hanno aggravato una situazione idrogeologica ,secondo i geologi, alquanto precaria.

(video tratto dal canale Youtube di DailyNation)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->