sabato, Aprile 10

Keiko Fujimori dritta verso il ballottaggio Il 39% dei peruviani si schiera a favore della figlia dell'ex presidente Alberto Fujimori

0

Commossa ed entusiasta Keiko Fujimori ha espresso la sua gratitudine al 39% della popolazione peruviana che l’ha sostenuta alle votazioni, tenutesi domenica scorsa, per le elezioni presidenziali. La figlia dell’ex presidente Fujimori, in carcere per corruzione e violazioni dei diritti umani,  ha condotto una conferenza stampa presso l’Hotel Melia, dove ha ricevuto i primi risultati di exit polo, parlando ben prima che l’Ufficio Nazionale dei processi elettorali (ONPE) avesse confermato il  primo rapporto ufficiale. Dopo aver salutato gli altri 9 candidati alla presidenza, Keiko Fujimori ha dichiarato: «Questa nuova mappa politica che è stata disegnata mostra chiaramente che il Perù vuole la riconciliazione e non vuole più scontri». Preparandosi alla seconda tornata elettorale Keiko Fujimori detto che il suo partito ha il miglior programma ed ha invitato tutti i peruviani a ‘optare per il cambiamento, per il futuro‘. «Continueremo a lavorare con quello sguardo verso il futuro. Ho preso l’impegno di onorare il mio paese. Speriamo di essere un secondo turno con proposte e idee» ha commentato la Fujimori mentre le prossime elezioni si svolgeranno nella giornata del 5 Giugno.

 

(Fonte video tratta da canale YouTube ‘Euronews Italia‘)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->