mercoledì, dicembre 19

Iran: ecco il perché delle proteste Khamenei parla di 'nemici' che cercano di utilizzare ogni occasione per fare del male al popolo, facendo uso di armi e denaro

0

Il leader supremo dell’Iran, l’ayatollah Ali Khamenei, ha commentato la protesta nel Paese, affermando che ‘nemici’ cercano di utilizzare ogni occasione per fare del male al popolo, facendo uso di armi e denaro.

Secondo il presidente Hassan Rouhani, il malcontento è causato da problemi interni al Paese, ma anche per l’incitamento da parte di altri Paesi. Secondo i media, le vittime sono almeno 20. Circa 450 manifestanti sono stati arrestati negli ultimi tre giorni a Teheran. Ma cortei e manifestazioni si sono sviluppate in tutto il Paese.

Il segretario del Consiglio Supremo di sicurezza nazionale dell’Iran, Ali Shamkhani ha detto invece che le manifestazioni contro il potere in Iran si svolgono nell’ambito della guerra diretta che conduce l’Iran con altri Paesi. E nel mirino sono finiti USA, Regno Unito e Arabia Saudita, che, a detta del segretario, gestiscono le campagne sui social network che non fanno altro che alimentare le proteste nel Paese.

Nel video tratto da IBTimes UK, vediamo in sintesi di cosa stiamo parlando.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.