lunedì, ottobre 15

iPhone 8 è il device più venduto a giugno, fioccano le offerte su Amazon Questo successo di vendite, a poco più di due mesi dall' uscita del nuovo modello, è dovuto al prezzo vantaggioso, alle caratteristiche tecniche e all’elevata possibilità di personalizzazione

0

Secondo la nuova ricerca di mercato effettuata da Market Pulse Counterpoint Apple torna nel mese di giugno in cima alla classifica relativa allo smartphone più venduto sul mercato. La sorpresa è che non è il modello X ad aver catturato la vetta, ma bensì l’altro modello rilasciato a settembre 2017 che prende il nome di iPhone 8.

Una classifica che in generale sorride ad Apple, che veniva additata da diversi analisti come in crisi di risultati a causa del rilascio di dispositivi troppo costosi e dell’agguerrita concorrenza provenienti dalla Cina. L’azienda californiana si dimostra in salute anche in quest’ultimo mese di giugno, un periodo in cui Apple non ottiene picchi di risultati perché i propri clienti sono in attesa del nuovo modello che, come sempre, debutterà a settembre. In quest’ultimo mese la società con sede a Cupertino ha piazzato ben tre dispositivo tra i primi cinque nella classifica dei più venduti.

Oltre ad iPhone 8 che si piazza in testa, il cugino iPhone X conquista il gradino più basso del podio, mentre al quinto posto troviamo il modello più grande iPhone 8 Plus. Al secondo posto si piazza invece il Samsung Galaxy S9, al quarto Xiaomi RedMi 5, mentre nelle altre posizioni troviamo anche device di Huawei, Vivo e Oppo.

Questo successo di vendite di iPhone 8 e del modello Plus, a poco più di due mesi dall’uscita del nuovo modello, è dovuto a due fattori principali. Da una parte il vantaggioso prezzo di vendita con cui è possibile acquistare tale device. Nelle ultime settimane il prezzo ha subito un calo anche di 50-100€, ed è acquistabile con offerte vantaggiosissime su portali di vendita quali Amazon di poco superiori alle 700€.

Oltre al fattore prezzo, il device Apple viene molto apprezzato anche per le sue caratteristiche tecniche e funzionalità, ma anche per l’elevata possibilità di personalizzazione. Sia Apple che molti portali sul web mettono a disposizione un’ampia gamma di cover personalizzabili, come quelle realizzabili a proprio piacimento che trovate nella sezione cover iPhone 8 Plus su personalizzalo.it, che vengono consegnate direttamente a casa vostra in sole 72 ore della loro creazione.

Tra i dieci dispositivi più venduti a giugno si segnalano anche due modelli non troppo conosciuti, il primo è il Vivo X21, dispositivo che ha saputo sfruttare lo slancio dato dai Mondiali di calcio 2018, di cui Vivo è sponsor ufficiale.  A chiudere la classifica l’atra sorpresa è il cinese Oppo A83, un device che ha trovato molto apprezzamento soprattutto nei paesi asiatici, mentre risulta quasi sconosciuto in Europa.

Un segnale, questo che arriva dalle vendite, anche per le future strategie di Apple. Il dispositivo di “secondo piano” va a ottenere risultati di vendita migliori di quello di punta, iPhone X. Questo significa che il prezzo di vendita di quest’ultimo risulta troppo elevato, e che l’azienda per il nuovo device di settembre dovrà provvedere ad abbassare il prezzo di vendita al di sotto dei mille euro, al fine di garantire una buona commerciabilità al prodotto.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore