venerdì, Ottobre 22

Inversione a rialzo del petrolio poco attesa. Illusione? Cambio: accorciata la volatilità che ci permetterà di prendere posizione la prossima settimana

0

Stoppati anche questa settimana sul petrolio a 4034 con poche perdite grazie ad una inversione grafica che faceva prevedere un momentaneo picco e il raggiungimento dello stop a 4157 prefissatoci ad inizio settimana. Fermi con l’oro e con il cambio

 

CAMBIO EURO/DOLLARO

Accorciata la volatilità che ci permetterà di prendere posizione la prossima settimana. Si può acquistare un contratto a rottura a rialzo di 1.1455 con stop loss a 1.1325, mentre si potrà vendere a rottura a ribasso di 1.1326 ma l’operazione è più rischiosa del rialzo.

Euro 10 euro9

 

ORO (GOLD SPOT)

Anche su questo strumento siamo stati alla finestra e tenteremo un acquisto a 1245 per un primo target a 1262 e un secondo di 1288. Ma potrebbe scendere il prezzo dell’oro? Più facile il contrario, ma una rottura a ribasso di 1230 potrebbe portare i prezzi a 1215 – 1207.

oro 10 oro 12

BRENT CRUDE (OIL)

Stoppati a 4034. Staremo a guardare fino a rottura a rialzo di 4287 per un rialzo fino a 4480. Ma non siamo tanto convinti di questo balzo a rialzo: il rischio di falso segnale non è poi tanto minimale. Stop loss a 3994 ma non è un bel posizionamento poiché potrebbe essere falso anch’esso. Chi ha più coraggio sposti il loss a 3873. Sarà dunque necessario seguire l’eventuale ingresso a mercato molto attentamente e quotidianamente addirittura su grafici ad un’ora dal pomeriggio dopo le 14.

brent 5 brent 6

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->