martedì, Settembre 21

Internazionalizzazione e aggregazione: così cresce la moda campana

0
1 2


Esplorare e conquistare i mercati esteri va bene, ma non basta. Secondo Maurizio Marinella, Presidente Sezione Sistema Moda dell’Unione Industriali di Napoli: ­La crescita del comparto sul nostro territorio può essere favorita da un associazionismo intelligente, che promuova l’aggregazione e le sinergie tra le imprese, e nel contempo definisca intese con interlocutori finanziari che consentano di puntare ad ampliare su scala globale il raggio d’azione di tante realtà produttive qualificate ma condizionate da problemi di dimensione e di capitalizzazione”.

Per sostenere le imprese della filiera tessile e dell’abbigliamento è stato concluso anche un accordo tra Sistema moda Italia e UniCredit Factoring S.p.A., in particolar modo attraverso l’utilizzo della piattaforma di reverse factoring (supply chain finance) messa a disposizione da UniCredit Factoring alle imprese affiliate a Smi. Grazie allo strumento del reverse factoring, realizzato su piattaforma totalmente informatizzata e accessibile mediante remote banking, viene proposto ad un’azienda ‘capofiliera’ un servizio che consente di offrire ai propri fornitori lo smobilizzo per cessione del credito delle fatture che vantano nei confronti dell’azienda stessa. Infine UniCredit Factoring ha stanziato per questo accordo un plafond creditizio iniziale di 2 miliardi di euro in tre anni.

“La moda campana è fatta di tante piccole imprese, vivaci, ricche di know-how, di specializzazione e di capacità innovativa e che, al contempo, spesso sono finanziariamente deboli”, commenta Elena Goitini, “il credito di filiera che offriamo a Smi viene incontro proprio a questa esigenza perché siamo in grado di assicurare condizioni creditizie migliori ai fornitori, allineandole a quelle in genere offerte alle aziende ’capo-filiera’. Metteremo a loro servizio una piattaforma che stiamo già portando avanti positivamente con alcune grandi aziende di rilevanza internazionale”.

Le  piccole realtà imprenditoriali sono elemento fondamentale per il successo del made in Italy. Ne è convinto anche Mauro Chezzi, Vicedirettore di Sistema moda Italia che sostiene: “Per consolidare la ripresa della filiera tessile- moda italiana, unica perché ancora completa da monte a valle in tutti i comparti merceologici – dichiara – è necessario sostenere anche le più piccole realtà imprenditoriali. Con questo accordo, Smi continua a schierarsi concretamente a sostegno di tutti i suoi imprenditori e si candida ad essere la lente attraverso cui il sistema bancario può valutare correttamente la concessione del credito. Siamo fiduciosi che l’accordo con UniCredit possa rappresentare un modo nuovo ed efficace di sostenere la voglia di fare degli imprenditori italiani”.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->