martedì, Settembre 28

Indonesia, la risposta è chiara e netta field_506ffb1d3dbe2

0

Joko Widodo

Bangkok – Al di là delle denunce di brogli e la contestazione sul voto effettuata dal candidato sconfitto, in Indonesia pare che gli schieramenti siano definitivamente acclarati. L’ufficialità non farebbe altro che confermare quel che è già stato ampiamente accettato dal mondo reale e dal mondo dell’economia nazionale, il che alla fin fine dovrebbe essere quello che più conta. Il candidato uscito vincitore dalle urne, Joko Widodo è stato salutato come il nuovo che avanza, la necessaria ventata di riforme delle quali il Paese ha evidentemente bisogno. Il candidato sconfitto (esiti delle denunce presso la Corte Costituzionale a parte) Prabowo Subianto, molto probabilmente ha rappresentato, soprattutto durante la campagna elettorale, un apparente mantenimento dello status quo politico. Una figura, insomma, troppo legata ad un establishment politico vetusto e che l’Indonesia –seppur abituatavi nei decenni- volesse definitivamente scrollarsene di dosso.

La comunità del business e finanziaria ha salutato favorevolmente il nuovo ingresso del nome di Joko Widodo come nuovo Presidente dell’Indonesia, così come la Rupia indonesiana s’è illuminata di una relativa ripresa dopo aver ricevuto la notizia del nuovo battesimo elettorale sulla scena presidenziale indonesiana. Si tratta di uno spirito ottimista che aleggia lieve un po’ in tutta la Nazione la cui popolazione di 240 milioni di abitanti è apparsa improvvisamente vivificata soprattutto grazie a due fattori.

Il primo è stato l’annuncio della Commissione Elettorale nella giornata di Martedì scorso che ha posto la fine su un clima di prolungata incertezza le cui ombre si proiettavano sul futuro del Paese, soprattutto all’ombra della figura dell’oppositore Prabowo Subianto che ha gettato sul tavolo la sua sfida finale, basata sull’accusa di brogli nei confronti del candidato uscito vincitore dalle urne e gli ha mosso una denuncia depositata presso la Corte Costituzionale affinché si verifichi il reale numero delle schede e la veridicità di quella vittoria, peraltro non accettata come prassi elettorale prevede. Gli analisti ritengono che il margine di vittoria del candidayo vittorioso Joko Widodo sia sufficientemente forte ed ampio per bloccare qualsiasi sfida da parte di Prabowo Subianto, nonostante questi continui a contestare il risultato.

Il secondo fattore, Joko o Jokowi che dir si voglia, è visto largamente come un leader politico amico del business nazionale avendo più volte chiaramente detto in pubblico -durante la campagna elettorale- di voler introdurre riforme ampie in campo economico.

«E’ stato uno dei Governatori più visionari e dotati di successo che l’Indonesia abbia mai avuto finora. Ha un lungo palmarès di record di positivi cambiamenti a seguito dell’esecutività governativa da lui introdotta in qualità di Governatore di Jakarta» ha affermato con veemenza Kurt Wee, Presidente dell’Associazione di Singapore delle Piccole e medie Imprese.

Joko viene visto come un politico che non è tenuto da forti legami al potere tradizionale –per non dire vetusto- della vecchia Indonesia e così l’intero mondo del business indonesiano oggi sente di poter sperare in un regime più aperto, fattivo e trasparente, ha aggiunto il Presidente delle piccole e medie imprese indonesiane, quindi, una figura di riferimento in economia, particolarmente rilevante nella scena produttiva e del mondo reale indonesiano.

«Naturalmente, le strutture di potere dell’Indonesia non cambieranno così facilmente dalla notte alla mattina ma io credo che siamo davanti ad una mossa nella giusta direzione che il mondo produttivo, commerciale ed economico in generale saluterà favorevolmente», ha chiosato il Presidente Kurt Wee.

Il Presidente della Camera di Commercio e Industria Singapore-Cina SCCCI, Thomas Chua ha anch’egli salutato con favore l’ufficializzazione del nome di Joko Widodo come prossimo Presidente d’Indonesia. «La Camera di Commercio e Industria Singapore-Cina ritiene il mercato indonesiano sia molto importante e noi speriamo di assistere ad un espandersi ulteriore del commercio e negli investimenti a due vie tra Singapore e l’Indonesia e che tutto prosegua e vada avanti con ancor più successo».

Certo, la strada che si apre ora davanti all’Amministrazione di Yoko Widodo non sarà facile, ha affermato l’economista Chua Hak Bin della Banca d’America Merrill Lynch. Il quale ha aggiunto: «Il nuovo Presidente e la sua Amministrazione ereditano un fardello pesante con un’economia caratterizzata da temi pesanti come un sussidio per i propellenti ed il carburante gonfiato a dismisura, un deficit strutturale nel deficit delle partite correnti, una rete di infrastrutture nella sua generalità povera e scarna ed una vasta ma purtroppo non adeguatamente istruita forza lavoro». Ma è probabile che qualche miglioramento immediato giunga attraverso forme di investimento diretto straniero, per questo ha anche aggiunto: «Jokowi è più aperto agli investimenti diretti stranieri e recentemente ha parlato circa la concessione agli investimenti stranieri in termini di ingresso sulla scena delle proprietà immobiliari in Indonesia, sia nella capitale sia nelle principali città e nell’Isola di Bali, il che darà certamente un forte impulso alle proprietà nel mercato immobiliare e servirà anche ad estendere la base fiscale imponibile».

Il saluto favorevole alla nuova nomina presidenzile è stato ancor più evidente sui mercati finanziari. La Rupia indonesiana s’è innalzata di un punto percentuale fino a 11,500 Rupie contro il Dollaro USA. «Se riusciamo a vivere una fase positiva alla luce del nome di Jokowi Presidente e cominciassimo a verificare anche un piano chiaro di riforme, allora potremo vedere in modo definitivo la Rupia ripartire e raggiungere nuovamente il livello della barriera di 11.000 contro il Dollaro USA», ha affermato Michael Every, Capo della Rabobank per la ricerca sui mercati finanziari nell’area Asia-Pacifico a Bloomberg.

Il mercato borsistico di Jakarta ha anch’esso vissuto un innalzamento vistoso. I titoli scambiati hanno raggiunto il livello 1.1 per cento prima della chiusura con 0.23 per cento in crescita. Un report della ACIMB Research nella giornata di ieri l’altro affermava che la vittoria dissolve tutte le incretezze che duravano da un tempo relativamente lungo, offrendo il destro ad una ripresa sostenuta del mercato borsistico e finanziario.

«Vi potrebbe essere ancora una qualche preoccupazione, a causa del fatto che il candidato sconfitto ha presentato istanza di ricusazione sul risultato elettorale, non ha riconosciuto la vittoria ed ha depositato accusa contro il candidato vincitore presso la Corte Costituzionale. Ma allo stesso tempo, riteniamo che la Corte stessa possa confermare gli esiti delle votazioni entro il 20 Agosto in modo definitivo».

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->