sabato, Ottobre 23

India: Rahul Gandhi diventa presidente del partito del Congresso Il 47enne è il sesto membro della famiglia Nehru-Gandhi

0

Rahul Gandhi è stato eletto, dopo quattro anni alla vicepresidenza,  come nuovo presidente del partito del Congresso indiano (Inc), oggi all’opposizione. Ad annunciarlo, Mullappally Ramachandran, il presidente della Commissione centrale elettorale della formazione politica. 

Figlio di Sonia Maino Gandhi, ha 47 anni e non è sposato. Dopo aver studiato nelle migliori scuole e università indiane, ma anche inglesi e americane, è tornato in India nel 2002, ed ha fatto il suo ingresso in politica ha fatto il suo ingresso in politica nel 2004 candidandosi per il Partito del Congresso nello Stato dell’Uttar Pradesh.  Viene eletto anche grazie all’ aiuto della sorella Priyanka Gandhi.

Il passaggio dalla madre al figlio avverrà il prossimo 16 dicembre. La sua elezione era quasi certa dato che, oggi, alla scadenza della presentazione delle candidature, nessun altro si era proposto. Per timore di scontri e protesti, la polizia della capitale di Ahmedabad ha vietato comizi.  E’ il sesto membro della famiglia Nehru-Gandhi a ricoprire tale ruolo. Prima di lui: Motilal Nehru, Jawaharlal Nehru, Indira Gandhi, Rajiv Gandhi e Sonia Gandhi la quale è stata presidente per 19 anni. Sonia già nel 2004 aveva rinunciato alla poltrona di premier per darla al sikh Manmohan Singh. Un’ imponente sfida attende quindi Rahul Gandhi: mantenere il potere in un Paese così grande e complesso. 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->