giovedì, Ottobre 28

India, la crisi idrica continua a New Dehli Chiuso un canale, milioni di persone senz'acqua. E le autobotti scarseggiano

0

Ancora due settimane: è il tempo che il governo indiano ha stabilito per risolvere completamente la crisi idrica scoppiata a New Dehli. Un problema grave quello della mancanza di acqua, dovuto alla comunità rurale dei Jat, che chiede l’adozione di quote per entrare nel mondo della pubblica amministrazione e dell’università nello Stato settentrionale di Haryana. Violente le proteste, esplose nei scorsi giorni e che hanno portato alla morte di 19 persone e al ferimento di oltre 200. Tutto questo perché, per raggiungere il loro obiettivo, i Jat hanno chiuso un canale, lasciando milioni di persone senz’acqua. Le autorità alla fine hanno ceduto, ma ad intervenire è stato anche l’esercito, che ora sorveglia il corso d’acqua. La situazione al momento è delicata, visto che le autobotti sono insufficienti e liti per l’acqua si scatenano ogni giorno.

(video tratto dal canale Youtube di France 24 English)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->