lunedì, Ottobre 18

Il talento di creare dall’argilla di Lizy

0

Dopo quattro anni di studio e tirocini da vari artisti locali Lizy, che risiede e abita a Michoacan in Messico, è diventata un’artigiana di sculture e anche di piccoli oggetti ricordo. Ella ha lasciato l’impresa industriale, dove lavorava in precedenza, per dedicarsi alla creazione di oggetti di artigianato prodotti con l’argilla, tipici della produzione locale del Paese e molto famosi in tutto il mondo. Sulla lavorazione dell’argilla per creare una scultura o un piccolo oggetto di artigianato l’artista messicana afferma La lavorazione dell’argilla somiglia un po’ al pongo, ma quello è a freddo e facile da lavorare, mentre l’argilla va cotta e si presenta più difficile da modellare e lavorare una volta a freddo. La sua attività artigianale , prima nata come un hobby, è diventata una vera e propria azienda locale che opera nell’orbita della tradizione artigianale della città, anche se le sculture e i piccoli oggetti ricordo di Lizy sono colorate in maniera più sgargiante di quelle prodotte da altri artigiani locali. Lizy afferma con rammaricoL’artigianato, non soltanto quello messicano, sta attraversando una  vera e propria crisi, sorpassato dalle produzioni industriali su larga scala, ma se portato avanti con passione e fatto bene può diventare un’arte ed è una grande risorsa per il nostro Paese e in tutto il resto del mondo

(tratto dalla sezione video di ‘Aztecas Noticias’)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->