lunedì, Novembre 29

Il Reddito di Cittadinanza. Quello vero Ovverosia quello di Domenico De Masi. Il resto sono chiacchiere. Mentre Berlusconi...

0

Allora. Chi vuole capire qualcosa sul Reddito di Cittadinanza, quello vero, può fare un salto martedì 23 novembre, alle 15, al Senato della Repubblica (Italiana, Roma) dove Domenico De Masi ed altri parleranno del Reddito di Cittadinanza nell’incontro di presentazione del libro ‘Navigator (a vista)‘, storie, testimonianze e riflessioni a proposito. Il sociologo De Masi è autore della prefazione, poi ci sono Matteo Diomedi (Presidente A.N.NA.-Associazione Nazionale Navigator), Susy Matrisciano (Presidente della Commissione Lavoro), Tommaso Nannicini (membro della Commissione Politiche dell’U.E.), Gianmauro Dell’Olio (membro della Commissione Bilancio). Chi non fosse di Roma può raggiungerla. Chi non fosse di Roma e non intendesse raggiungerla può comunque seguirla attraverso vari canali, social e no, soprattutto la benemerita Radio Radicale di Alessio Falconio che la conserverà pure nel suo archivio, fruibile dunque in ogni momento. Ne vale la pena perché De Masi è il vero padre del RdC. Di quello vero (due volte ‘vero’ ma non è ripetizione quanto iterazione giusto per sottolineare il ‘falso’) e non di questa ‘cosa’ che è tuttalpiù un Reddito di Sussistenza. Meritorio certo, e quanto la sua pregressa esistenza ha aiutato ad affrontare la pandemia da inizi 2020… Ma un’altra cosa. Ascoltare De Masi, studiarlo, serve a fare chiarezza a tal proposito, utile sempre, figuriamoci quanto in questo momento di confusione universale.

Intanto sullo stesso tema, tornato al centro del dibattito politico, si rilevano le ennesime boutades di Matteo Renzi, che il personale Reddito di Cittadinanza l’ha incassato anche lui dallo Stato ma tramite assunzione lampo dell’azienda di famiglia pre elezione a Presidente della Provincia di Firenze. Ma soprattutto si registrano le iniziative di quell’incontestabile, e spesso anche incontrastabile, genio politico e non solo di Silvio Berlusconi. Che sul RdC è saltato a sorpresa dicendo che in fondo, ecco, insomma… In somma, se ne può parlare. I partiti che sostengono il governo Draghi faticano a trovare la quadra sulle modifiche da apportare al testo sul RdC, ciascuno rivendica le proprie priorità, i distinguo fioccano. E qui si inserisce Silvio nostro. Con una apertura che spiazza gli alleati di centrodestra, fortemente critici sulla conferma del reddito. E che il Movimento Cinque Stelle non può non considerare molto favorevolmente sulla sua battaglia fondamentale. E dunque…

Formidabile e sparigliante colpo sulla strada della Presidenza della Repubblica. Ché qui va davvero a finire che ce lo ritroviamo Capo dello Stato democraticamente eletto. Cioè, più che eletto quasi nominato da quel folto manipolo di anime morte che alligna tra Senato e Camera, tra Salone Garibaldi e Transatlantico… E allora, parafrasando Nanni Moretti, è proprio vero che ce lo meritiamo Silvio Berlusconi.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

Giornalista. Editore con ‘La Voce multimedia’

End Comment -->