sabato, Maggio 15

Catalogna: ok indipendenza, Madrid risponde con il Commissariamento 70 a favore, 10 contro, 2 astenuti

0

17.00 I media internazionali riportano sulle prime pagine delle loro edizioni digitali la dichiarazione unilaterale dell’indipendenza della Catalogna.

16.55 Il Vicepresidente della Generalitat, Oriol Junqueras, ha invitato tutti i cittadini a partecipare, questo venerdì,  al processo costituente per costruire la Repubblica catalana, approvata in Parlamento, e ha assicurato che il Governo sarà a servizio di tutti i cittadini.

16.46 Catalogna, su Wikipedia: “La Catalogna è un territorio controverso”.

16.42 Il Presidente Carles Puigdemont ha lasciato il Parlamento.

16.40 Il Sindaco di Barcellona Ada Colau: “Ora dobbiamo difendere le istituzioni catalane”.

16.37 Ricordiamo: il primo Consiglio dei Ministri (ordinario) sarà alle 17:00, il secondo (straordinario) alle 18:00

16.32 Mariano Rajoy ringrazia i Senatori che hanno approvato l’articolo 155.

16.27 Alle 18:00 ci sarà il Consiglio straordinario dei Ministri.

16. 18 Catalogna: il Senato di Madrid approva l’articolo 155.

16.15 Inizia il voto al Senato per l’articolo 155. È assente Jose Montilla, ex Presidente della Generalitat.

15.58 Grida di “libertà” proprio ora all’interno del Palau de la Generalitat in riferimento ai “Jordi”. Ci sono molte persone sui gradini e nei corridoi.

15.54 Il Consiglio dei Ministri si riunirà questo pomeriggio.

15.49 Mariano Rajoy dice a tutti gli spagnoli di stare tranquilli.

15.46 Felicità estrema per i catalani.

15.38 La nostra analista Giulia Di Marcantonio commenta: ” Speriamo che Rajoy non optì per la violenza”.

15.23 Il Parlamento proclama l’indipendenza della Catalogna. 70 voti favorevoli, 10 contrari e 2 astenuti.

15.21 Inizia il conteggio dei voti.

15.16 Marta Rovira bacia il voto prima di metterlo nella casella di voto.

15.11 Il voto inizia. Forcadell chiama uno a uno a tutti i deputati, inclusi quelli dell’opposizione. Quelli di Junts Pel Sí e il CUP si avvicinano alla scheda elettorale e introducono il voto.

15.04 Il Presidente del Parlamento sta leggendo la dichiarazione d’indipendenza, mentre i funzionari del Parlamento cercano l’urna.

15.06 Stanno per iniziare le votazioni. La votazione sarà segreta.

14.59 PP e Ciudadanos lasciano il Parlamento

14.50 Inizia la votazione delle risoluzioni. I prim che votano sono gli esponenti dei Ciudadones.


14.31
 Risponde a tutti loro la portavoce di Junts Pel Si Marta Rovira: “La Catalogna è sempre stata aperta al dialogo”. Così terminano i vari  interventi dei gruppi parlamentari.


14.36
 ” Siamo costretti a costruire il nostro Paese, il nostro Stato “,  Marta Rovira alza i toni, ” Se approviamo l’articolo 155, torneremo indietro di 40 anni fa. Ecco perché oggi facciamo il passo che diciamo di fare”, conclude Rovira.

14.18 E’ il turno del CUP. Parla  Carlos Riera che propone soluzioni democratiche.

14.15 Adesso è il turno del deputato PPC, Alejandro Fernández, che dice: “Oggi è un giorno nero per la democrazia”.

14.02 Marta Aribas, del Sí Que Es Pot, afferma che ” la DUI è un errore molto grave’.

13. 52 Eva Granados afferma che ”Junts Pel Sí e CUP propongono un Paese intollerante ed esclusivo”.

13.48 Carrizosa chiede che le elezioni anticipate. “Metteremo tutto ai voti”, dice, “Ciò che sta avvenendo è illegale, immorale… Non permetteremo alla Spagna di dividersi”. I deputati dei Ciudadones si levano in piedi per applaudire Carrizosa.

13.38 La sessione plenaria è iniziata.

13. 33 Fra qualche minuto inizierà la sessione plenaria nel Parlamento catalano.

13.29”Costituire una Repubblica catalana come uno Stato indipendente , sovrano, democratico e sociale”: questo quanto richiede la risoluzione che sarà messa in votazione con voto segreto e che dovrebbe condurre alla proclamazione dell’indipendenza.

13.26 Segue la sessione plenaria del Senato con l’intervento dei vari gruppi parlamentari. EH Bildu afferma che la Spagna è ”la vergogna d’Europa” e denuncia che il Governo ha costretto le aziende a lasciare la Catalogna.

13.13 I Sindaci presenti in Parlamento gridano all’indipendenza.

13.03 Puigdemont sta discutendo a porte chiuse con tutto il suo Governo.

12.45 Le delegazioni del Junts Pel Sí e del CUP hanno deciso di proclamare l’indipendenza. Le due formazioni rappresentano la maggioranza del Parlament.

12:00 La seduta del Parlamento catalano in programma per le ore 12.00 di oggi è stata rinviata alle 12.45.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->