giovedì, Luglio 29

Il Messico non è un Paese per giornalisti field_506ffb1d3dbe2

0

Uno dei Paesi più pericolosi al mondo per i giornalisti: parliamo del Messico, che ormai da troppo tempo è salito alla ribalta per tragici fatti di cronaca che hanno interessato i professionisti dell’informazione. Ruben Espinosa, torturato e ucciso insieme a quattro donne il 1° agosto scorso, è l’undicesima vittima dall’inizio dell’anno tra i giornalisti. Se all’inizio anche gli inquirenti hanno pensato ad una rapina andato storto, ora la verità sta venendo a galla: amici, colleghi e sostenitori della libertà di stampa dicono che i nemici di Espinosa, sono nello stato di Veracruz, dove aveva svolto il suo lavoro e da dove era fuggito dopo aver approfondito le proteste degli studenti, l’ambiente e movimenti sociali. Proprio per questo aveva subìto le minacce da parte degli ufficiali del governo locale. Un governo, quello di Veracruz, dove cartelli della droga, corruzione tra le forze di polizia e i funzionari del governo è all’ordine del giorno. E a pagarne troppo spesso le conseguenze sono i giornalisti e l’informazione.

(video tratto da AlJazeera)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->