lunedì, Agosto 2

Il mercato globale è stato colpito dopo il 24 agosto? Segnali svalutazione della moneta finale cinese lasciano i mercati azionari liberi di crollare

0

Se l’economia cinese ha salvato dalla crisi mondiale nel 2008, oggi la Banca popolare della Cina ha perseguito diverse misure per rilanciare l’economia bandiera. Il tasso di indebitamento è stato ridotto nel corso degli ultimi 12 mesi da 6pc a 4.85pc. La scelta di svalutare la moneta era l’ultima risorsa e segnò la grande era della crescita cinese si sta avvicinando rapidamente il suo finale di partita.
I dati per le esportazioni hanno mostrato un crollo 8.9pc nel mese di luglio rispetto allo stesso periodo di un anno prima. Gli analisti si aspettavano le esportazioni a cadere solo 0.3pc, quindi questo è stato un enorme perdere.
Il mercato immobiliare cinese è anche in una condizione pericolosa. I prezzi delle case sono diminuiti drasticamente dopo decenni di crescita costante. Per i milioni di persone che la loro ricchezza memorizzate nella proprietà, si fa per i tempi inquietanti.
Il rallentamento della Cina ha inviato onde d’urto attraverso i mercati delle materie prime. L’indice Bloomberg globale delle materie prime, che traccia i prezzi dei 22 prezzi delle materie prime, è sceso a livelli visti l’ultima volta all’inizio di questo secolo.

Il prezzo del petrolio è il più puro barometro della crescita mondiale in quanto è il carburante che spinge quasi tutta l’industria e la produzione di tutto il mondo.
Brent, il punto di riferimento globale per il petrolio, ha ripreso a cadere ancora una volta, dopo un breve comizio nella prima parte dell’anno. Ora è sospeso sopra minimi pluriennali a circa $ 50 al barile.

Il minerale di ferro è una materia prima essenziale necessario per alimentare le acciaierie della Cina, e come tale è un buon indicatore del boom edilizio.
Il prezzo del minerale di ferro di riferimento è sceso a $ 56 per tonnellata, meno della metà del suo livello di $ 140 per tonnellata a gennaio 2014.
Miliardi di dollari in prestiti sono state sollevate sui mercati mondiali dei capitali per finanziare nuove miniere e l’esplorazione di petrolio che era sempre e solo redditizio a precedenti prezzi elevati.
Con i prezzi del petrolio e dei metalli aver crollati, molti di questi progetti sono ora in perdita. I prestiti destinati alla sostenere i progetti sono ora sotto l’acqua e gli investitori potrebbero non vedere mai tutti i ritorni.

Da nessuna parte ciò è stato sentito più acutamente della trivellazione petrolifera e di gas negli Stati Uniti. Il tumbling dei prezzi del petrolio ha spremuto le finanze perforatori statunitensi. Due dei più grandi emittenti di titoli spazzatura economica negli ultimi cinque anni, le risorse di Chesapeake e California hanno visto il valore dei loro titoli asciugarsi come mercati dei capitali e si sono attivate le manopole di panico nei compratori.

Mentre sempre più le esigenze di rifinanziamento del debito nei prossimi anni, vi è il rischio il contagio si diffonderà rapidamente.
I grandi puntelli per l’economia mondiale stanno cominciando a cadere. La Cina sta andando in retromarcia. E i mercati emergenti, che hanno consumato così tanti dei nostri prodotti sono paralizzati dalla svalutazione della moneta. I famosi Brics di Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa, a cui l’Occidente avrebbe dovuto trasmettere la fiaccola della crescita economica, sono in vari stati di disordine.
Il mercato azionario cinese ha già andato in crash e il disastro è stato evitato solo dal governo l’acquisto di miliardi di azioni. I mercati azionari in Grecia sono in subbuglio come l’economia si blocca e il paese flirta con l’UE per l’espulsione dalla zona euro.
All’inizio di quest’anno, gli investitori sono accorsi alla valuta-rifugio del franco svizzero, ma come un programma di quantitative easing 1100000000000 € svalutato l’euro, la banca centrale svizzera è stato costretto ad abbandonare la sua quattro anni peg all’euro.
Poiché le banche centrali sono ormai a corto di pallottole d’argento poi, i mercati del credito sono alla disperata ricerca di riprezzamento del rischio. Il London Interbank Offered Rate (Libor), una guida a come è preoccupato  e le banche del Regno Unito sono all’unisono circa con tutte le altre nel dire che c’è stato in costante aumento di svalutazione del denaro globale nel corso degli ultimi 12 mesi. Parte di questo processo è un sano ritorno al prezzo normale di rischio dopo sei anni di stimolo monetario straordinario. Tuttavia, poiché i sistemi di trasmissione essenziali dei prestiti tra le banche cominciano a prendere la loro certezza, è del tutto possibile che sei anni di dipendenza da banche centrali per i fondi ha lasciato il sistema del credito in grado di far fronte.

Gli investitori di credito sono spesso di gran lunga migliore a rischio prezzo di investitori azionari ottimista. Negli Stati Uniti, mentre l’S & P 500 (linea arancione) continua a salire, il mercato del debito ad alto rendimento ha già iniziato a ridursi drasticamente (linea bianca).
I tassi di interesse sono stati tenuti ai minimi di emergenza nel Regno Unito e degli Stati Uniti per circa sei anni. Negli Stati Uniti si prevede di muoversi prima, con tariffe a salire da 0pc-0.25pc di oggi verso la fine dell’anno. Gli investitori hanno già a partire acquisto di dollari in previsione di un rafforzamento della valuta statunitense. Aumenti dei tassi nel Regno Unito sono tenuti a seguire subito dopo.
Il mercato azionario del Regno Unito è al suo 77 ° mese di un mercato toro, che ha avuto inizio nel marzo 2009. In solo due altre volte nella storia ha il mercato risorto per più a lungo. Uno è in testa-up della Grande Crisi del 1929 e l’altra prima della scoppio della bolla delle dotcom nei primi anni 2000.

Mercati del Regno Unito sono stati un beneficiari della enorme espansione dello stato patrimoniale negli Stati Uniti. La base monetaria degli USA ha una misura di banconote e monete in circolazione, più riserve detenute presso la banca centrale, è più che quadruplicato da circa $ 800 a più di $ 4000000000000 dal 2008. Il mercato azionario è stato un beneficiario diretto di questi soldi e si lotta ora che QE3 è terminato.
8 – mercato sopravvalutato statunitense
Negli Stati Uniti, il corretto numero per il ciclo il rapporto prezzo utili è stato corretto dal professor Robert Shiller – o Shiller CAPO – per S & P 500 stand in 27.2, alcuni 64pc sopra della sua media storica di 16,6. In soli tre occasioni dal 1882 ora è stato superiore – nel 1929, 2000 e 2007.

(tratto dalla sezione video di ‘The Telegraph’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->