lunedì, Agosto 2

Il futuro della finanza secondo Anat Admati La sua soluzione per una finanza a misura delle esigenze del popolo

0

Una delle 100 persone più influenti nel corso del tempo e professoressa che viene citata nei giornali che si occupano di politica estera, la Professoressa di Finanza ed Economia presso la Stanford University, Anat Admati, spiega che il sistema finanziario deve essere ripensato a beneficio della società. Come possiamo domare gli eccessi del settore finanziario e renderlo più responsabile nei confronti di ciò che potrebbe servire al popolo? La professoressa ritiene che il settore finanziario non ha imparato la lezione dalla crisi, nonostante le proteste che farebbero pensare il contrario rispetto a tale sua affermazione. Dopo aver testimoniato la sua posizione al Congresso e l’organizzazione di innumerevoli vertici ad alto livello, nella sua conferenza alla RSA sostiene che imprudenza del settore bancario e la resistenza alle riforme continueranno ad avere costi sociali insostenibili se non è completamente rivalutati.

(tratto dal canale ‘Youtube’ di ‘RSA’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->