giovedì, Ottobre 21

Il cimitero di Lesbo per migranti sconosciuti L'Egeo è il tratto di mare più frequentato e più letale

0

Nel Mediterraneo continua la strage quotidiana: 368 persone, tra le quali 60 bambini, hanno perso la vita nel solo mese di gennaio. Dall’inizio di quest’anno si è arrivati ad una media di più di 10 migranti morti ogni giorno, annegati nel tentativo di raggiungere le coste dell’Europa. A Lesbo è sorto un cimitero dei senza nome. ‘Sconosciuti’ recitano le lapidi numerate e datate. L’età indicate sono presunte.

Lesbo è divenuta la principale porta di ingresso per i migranti in Europa, via di salvezza verso il nord Europa, o ultima dimora per l’eternità. L’Egeo infatti è il tratto di mare più frequentato e più letale, con 272 vittime, trasportate giornalmente sulle coste della città. Inoltre Lesbo si trova ad affrontare un’altra emergenza: le vittime di questo viaggio della speranza sono così numerose che sull’isola non c’è più posto per seppellirli. A Lesbo non c’è spazio per i morti.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->