sabato, Novembre 27

Il 2014 suona bene field_506ffb1d3dbe2

0

depeche-mode-tour-2014

 

Dal 2001, dal lancio del primo iPod su scala mondiale, stiamo assistendo a una progressiva e inesorabile smaterializzazione della musica. Un processo che sembra essere giunto al suo culmine con piattaforme come Spotify, Deezer e XBox Music, nelle quali è possibile ascoltare in streaming un catalogo pressoché infinito di brani. Il cd, che sembrava negli anni Novanta un supporto inattaccabile per qualità sonora e praticità, è diventato sempre meno appetibile, soprattutto per le giovani generazioni, più a loro agio con smartphone, tablet e lettori mp3.

Per questo motivo gli artisti, per compensare i sempre minori introiti derivanti dagli album, si sono buttati anima  e corpo nei tour, vere galline dalle uova d’ora che non risentono affatto della rivoluzione digitale. In attesa dei grandi concerti estivi all’aperto, tradizionalmente il clou della stagione musicale, anche l’inverno e la primavera riserveranno numerose soddisfazioni agli appassionati italiani delle sette note.

Uno degli eventi più attesi di questo inizio del 2014 è certamente il ritorno dei Depeche Mode, dopo i sold out della scorsa estate negli stadi di Milano e di Roma. Ora i fan avranno la possibilità di vedere Dave Gahan, Martin Gore e Andy Fletcher il 18 febbraio al Palaolimpico di Torino, il 20 al Mediolanum Forum di Milano e il 22 all’Unipol Arena di Bologna, per celebrare oltre tre decenni di carriera sempre al top con oltre 100 milioni di album venduti e ascoltare dal vivo il loro ultimolavoro ‘Delta Machine’, definito dalla critica come l’album più potente, gotico ed elettronico dai tempi del capolavoro ‘Violator’.

Le ragazze degli anni Novanta, oggi con famiglia e figli, si ritroveranno il 22 febbraio al Mediolanum Forum di Milano per ammirare i Backstreet Boys, loro idoli adolescenziali, tornati in tour con la formazione originale. Nick Carter, Howie Dorough, Brian Littrell, J McLean e Kevin Richardson hanno celebrato lo scorso anno il loro ventennale, nel quale la band ha venduto oltre 130 milioni di copie in tutto il mondo, guadagnandosi il 22 aprile 2013una stella nella prestigiosa Walk Of Fame di Hollywood.

I nostalgici del più maturo brit pop degli anni Novanta, caratterizzato dall’accesa rivalità tra Blur e Oasis, troveranno pane per i loro denti con i due live dei Beady Eye, la band guidata dall’ ex Oasis Liam Gallagher, il 15 febbraio al Live Club di Trezzo sull’Adda e il 16 febbraio all’Orion di Roma.

Tre appuntamenti imperdibili per gli appassionati del blues, la musica del diavolo, saranno i concerti di John Mayall,leggendario bluesman bianco, che celebrerà i suoi ottant’anni con le date del 24 febbraio all’Auditorium Santa Chiara di Trento, il 26 all’Atlantico Live di Roma e il 27 all’Hiroshima Mon Amour di Torino. Un altro big del blues, il chitarrista Johnny Winter, considerato il più grande talento texano di tutti i tempi assieme a Janis Joplin, è atteso da noi il 19 maggio al Crossroads Live Club di Roma, il 20 al Teatro Nuovo di Udine e e il 21 al Bloom di Mezzago.

Attesi per i primi mesi del 2014 altri due grandi virtuosi delle sei corde. L’australiano Tommy Emmanuel porterà la magia della sua inseparabile chitarra acustica il 2 maggio Politeama Rossetti di Trieste, il 4 maggio al Teatro della Luna di Assago e il 7 maggio al Teatro Duse di Bologna. Blues,rock e jazz trovano un perfetto equilibrio nella musica di Robben Ford, uno dei migliori chitarristi elettrici viventi, che presenterà i brani del suo nuovo album ‘Bringing It Back Home’ il 12 febbraio al Pala Phenomenon di Fontaneto d’Agogna, il 13 febbraio Teatro Accademia di Conegliano e il 14 febbraio Teatro Zenith di Casalmaggiore.

Di grande interesse anche il ritorno di Peter Hook, protagonista di due gruppi seminali come Joy Division e New Order, che riproporrà i loro inni generazionali, accompagnato dai The Light, nelle sue date del  17 febbraio al Circolo Magnolia di Segrate, del 18 all’Atlantico Live di Roma e del 19 al New Age Club di Roncade. Gli Skunk Anansie, gruppo celebre per le sue infuocate performance punk-rock, hanno stupito tutti lo scorso anno con la pubblicazione di un album acustico, registrato dal vivo a Londra, che ha messo ancora più in risalto le straordinarie doti vocali di Skin, rivelandone nuovi colori e sfumature. La band inglese sarà in tour acustico il 18 marzo al Creberg Teatro di Bergamo, il 19 marzo Gran Teatro al Gran Teatro di Roma,il 20 marzo al Teatro Manzoni di  Bologna e il 22 marzo Gran Teatro Geox  di Padova.

James Blunt ha annunciato le prime date del suo prossimo tour, ‘Moon Landing 2014 World Tour’, in supporto del suo quarto lavoro discografico, ‘Moon Landing’, che verrà pubblicato in tutto il mondo a fine ottobre. «E’ un disco molto più personale, alla ricerca di dove tutto è cominciato, e dove ci troviamo adesso. È l’album che avrei registrato se ‘Back To Bedlam’ non avesse venduto». Così James Blunt, ex militare inglese diventato con il suo primo album una superstar, ha raccontato il suo quarto lavoro discografico ‘Moon Landing’, che presenterà il 18 marzo al Mediolanum Forum di Assago nell’unica tappa italiana del suo tour. Ha scelto invece Torino come sua unica data, il primo maggio, l’ex Take That Robbie Williams, che ha spopolato durante il periodo natalizio con il suo ultimo album ‘Swings Both Ways’, nel quale ha  rivestito per la seconda volta in carriera i panni del raffinato crooner alla Frank Sinatra .

Quasi tutti i big italiani, di ieri e di oggi, si esibiranno nei primi mesi del nuovo anno. Il kolossal ‘Amo Tour’ di Renato Zero continua a polverizzare record e sold out, con  nuove date a febbraio a Brescia, Milano, Bologna, Firenze,Livorno, Ancona e Mantova. Claudio Baglioni, anche lui abituato a riempire i palasport, sarà protagonista dal 27 febbraio 2014 della seconda fase del ‘ConVoi Tour’, che si concluderà agli inizi della prossima estate, dopo aver toccato le principali città italiane.

L’emozionante voce di Antonello Venditti proporrà tutti i successi del passato, anche quelli che da ani non trovavano spazio in scaletta, nel nuovo tour  ‘70′ /80′ …Ritorno Al Futuro’, che partirà il prossimo 3 febbraio 2014 da Bologna  e che avrà il suo culmine con il giorno della Festa della Donna con una serata speciale al Palalottomatica di Roma, con ospiti a sorpresa.

Alessandra Amoroso, l’artista italiana più cliccata su YouTube con oltre 55 milioni di visualizzazioni, intraprenderà dal 28 marzo da Conegliano il suo ‘Amore Puro tour’, forte del successo dell’omonimo album di cui Tiziano Ferro è stato il produttore artistico insieme a Michele Canova. Max Pezzali, dopo una breve pausa di riposo, riprenderà a esibirsi con alcune date, dall’8 al 22 febbraio, del fortunato ‘Max 20 Live Tour’, con i classici degli 883 e del suo repertorio da solista, in grado di unire due generazioni di fan.

Promette scintille il tour per i quarant’anni di carriera dell’inquieta Loredana Bertè, al via il 3 marzo da Bologna, visto che dal 1974,anno di pubblicazione di ‘Streaking’, la cantante non ha mai smesso di stupire e di emozionare il pubblico. Una piacevole conferma del sodalizio tra Gino Paoli, il decano dei cantautori genovesi, e Danilo Rea, uno dei pianisti italiani più lirici e creativi,è l’album ‘Napoli con amore’, che i due artisti presenteranno il 13 febbraio all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Segnaliamo, infine, il ritorno da vivo di Giorgia, Sergio Caputo e Umberto Tozzi. Adesso resta solo l’imbarazzo della scelta.

 

 

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->