venerdì, Settembre 24

I talebani sono veramente caduti dopo Kunduz? Quanto potere hanno ancora i miliziani su Kunduz e in generale?

0

I talebani hanno preso il controllo di buona parte della città di Kunduz, capoluogo dell’omonima provincia nell’Afghanistan settentrionale e località per loro strategicamente molto importante.
È stata ‘Tolo Tv’ a confermare gli attacchi della milizia in nottata, aggiungendo che i talebani hanno poi bloccato tutte le vie d’accesso e anche l’aeroporto, inviando dei rinforzi, ma non sembra che i militari siano riusciti a riprendere il controllo della situazione.

In tarda mattinata si combatteva ancora, e il capo della polizia diceva: Tutte le nostre forze afghane stanno combattendo il nemico, e fino all’ultima goccia del nostro sangue difenderemo questo territorio, abbiamo fiducia che essi non riusciranno nel loro intento.

I combattimenti sarebbero ancora in corso vicino al quartier generale della polizia e alla sede del governo provinciale. La popolazione intanto non può fuggire, come spiega un residente per la presenza di miliziani verso le  quattro porte d’accesso a Kunduz, e nessuno può andare negli altri villaggi della provincia, anche perché sono già tutti caduti nelle loro mani, tuttavia i talebani hanno preso il controllo delle sedi dei servizi segreti, dell’Alto Consiglio per la pace, della rappresentanza delle Nazioni Unite e di alcune banche, oltre che dell’Università e del carcere.

(tratto dal canale ‘Youtube’ della ‘BBC News’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->