venerdì, Ottobre 22

I miei miti Ford, Eastwood e Visconti

0
1 2


I suoi film hanno sollevato una quantità di polemiche e discussioni…

Mi interessano poco. Se penso a quante cose si dissero all’uscita del ‘Cacciatore’, e a cos’è rimasto di quelle polemiche… I miei non sono film politici. E neppure quelli di Clint Eastwood sono film strettamente politici. Cerchiamo di raccontare la realtà che ci circonda, ma sono film per il pubblico, non per una causa politica.

 

John Ford, Clint Eastwood… sono questi i suoi riferimenti artistici?

Se è per questo anche ‘Il Gattopardo’ di Luchino Visconti.

 

Com’è andata con Eastwood? È vero che voleva girare lui il film che invece ha girato lei, ‘Una calibro 20 per lo specialista’?

È andata così: lui era già la star che conosciamo. La mia produttrice mi avverte: ‘Se vuoi fare un film con lui devi scrivere una sceneggiatura magnifica’. Come si scrive una sceneggiatura magnifica? Mi chiudo in casa e mi metto a scrivere, quando ho finito la faccio avere a Clint. Passano due giorni e mi telefona il mio agente: ‘A Clint la sceneggiatura è piaciuta molto, la vuole acquistare per farne un film’. Non è in vendita, rispondo. Il film lo dirigo io. Quando Clint lo viene a sapere, scoppia a ridere, e dice: ‘Portatemi qui questo ragazzino che non mi vuole vendere la sua sceneggiatura’. Ci incontriamo, e lui diretto: ‘Così ti sei messo in testa di dirigermi?’. ‘Sì’, rispondo io. La mia determinazione gli deve essere piaciuta. ‘Ti do tre giorni per farmi vedere come mi dirigi. Se sei ok, bene; se no torni da dove sei venuto’. Deve essere rimasto soddisfatto, perché il film l’ho girato io.

 

Non dev’essere stato facile dirigere un mostro sacro come Clint Eastwood.

Diciamo che ho avuto fortuna. Poi, certo, un regista è bene che capisca come lavorano gli attori. Io sono andato all’Actors’s Studio per capire qualcosa. Se si studia recitazione si capiscono che certe cose, certi sentimenti, possono essere espressi anche senza le parole, con gesti, sguardi. Così a un attore non puoi solo dirgli: ‘Ok, questa scena non va, rifacciamola’; devi anche parlargli, ci si deve spiegare, dire con chiarezza quello che si vuole da lui, e chiarire con esattezza quello che gli si chiede.

 

Cosa fa Cimino oggi?

Ritira il suo bel premio… e poi scrive sceneggiature e libri, come sempre. E anche qualche testo di canzone. Hollywood è cambiata molto da quando ho cominciato a fare film. È tutto molto diverso, e più complicato.

 

Vent’anni fa Cimino espose una sorta di suo ‘manifesto’: «Siamo il frutto di un’incredibile melange culturale e razziale. E più lo accettiamo, più siamo forti; più lo rifiutiamo e più siamo deboli. Dobbiamo ancora imparare a vivere insieme in America».

Questo, dice, non è cambiato.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->