giovedì, Aprile 15

Hyperloop One, ok il test di propulsione ultra veloce

0

Alla fine il primo test nel deserto vicino Las Vegas è andato a buon fine. Quale? Quello di Hyperloop One, l’innovativo sistema di trasporto messo a punto dalla compagnia di Elon Musk basato su cabine che si muovono ad altissima velocità (fino a 1.200 Km/h) all’interno di un tunnel sfruttando l’aria compressa e la repulsione magnetica. Presenti il sindaco di Las Vegas e diversi investitori. «Si è trattato di un test per capire le potenzialità del nuovo sistema di propulsione. Appena completo riusciremo a percorrere 350 miglia per ora. Quello messo in scena oggi è stato un test per mostrare ciò che stiamo facendo», ha detto il co-fondatore della compagnia Shervin Pishevar. Nel progetto sono attualmente impiegati oltre 160 dipendenti tra ingegneri specializzati e ricercatori: «Stiamo avviando una sfida globale al fine di sfruttare le menti più creative del pianeta e far diventare Hyperloop una realtà» ha affermato il CEO Rob Lloyd. La società americana prevede di ampliare Hyperloop per permettergli di trasportare le merci entro il 2019 ed i passeggeri entro il 2021. Tra i vantaggi ci sarebbero il minor inquinamento, trasporti più veloci e maggiore sicurezza. Ma sono diverse le problematiche legate ai permessi per la costruzione delle infrastrutture nei vari territori ed i problemi relativi alla conformazione degli stessi.

(video tratto dal canale Youtube di RT America)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->