giovedì, Ottobre 21

Hawking, attacco a Trump e Brexit

0

«Il cambiamento climatico è uno dei grandi pericoli che dobbiamo affrontare, ed è uno di quelli che possiamo impedire, se agiamo ora. Trascurando le prove che dimostrano il cambiamento climatico e uscendo dall’accordo sul clima di Parigi, Donald Trump provocherà danni ambientali evitabili al nostro bel pianeta, che metteranno in pericolo il mondo naturale, noi e i nostri figli». A dirlo in una intervista è il famoso scienziato Stephen Hawking, che si aggiunge alla schiera di chi attacca Trump.

Secondo Hawking, le azioni di The Donald potrebbero portare la Terra a trasformarsi in un altro Venere, il secondo pianeta del nostro Sistema solare che raggiunge temperature di 250 gradi e su cui piove acido solforico. E si dice pessimista riguardo il genere umano: «Non vi è alcun segno della volontà di ridurre i conflitti, e lo sviluppo di tecnologie militari e di armi di distruzione di massa potrebbe causare un disastro. La migliore speranza per la sopravvivenza della specie umana potrebbe essere instaurare colonie indipendenti nello spazio».

Ma Hawking ne ha anche per la Brexit e teme che la ricerca inglese ne verrà irrimediabilmente danneggiata: «La scienza è cooperazione, l’impatto sarà di certo negativo e lascerà la ricerca britannica isolata a guardare il proprio ombelico».

(video tratto dal canale Youtube della BBC)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->