sabato, Settembre 25

Hanan al-Hroub, la migliore insegnante del mondo field_506ffbaa4a8d4

0
Hanan Al Hroub è ufficialmente la ‘migliore insegnante del mondo’.
La giovane palestinese, cresciuta a Betlemme, ha vinto ieri il Global Teacher Prize 2016 -giunto alla sua seconda edizione- assegnato dalla Fondazione Varkey durante il Forum Globale per l’Educazione svoltosi a Dubai. Hanan ha dovuto superare altri 8mila finalisti provenienti da Stati Uniti, Pakistan, Regno Unito, Giappone, Finlandia, Australia e India.
Hanan racconta di aver deciso di fare l’insegnante per aiutare i suoi figli a superare il trauma di una violenta sparatoria di cui erano stati testimoni a Betlemme e che ferì il loro padre. Ora fa l’insegnante nel campo profughi di Deisha, vicino Betlemme, dove insegna ai giovani palestinesi a trovare nella conoscenza il proprio futuro.
Quando insegnava a casa ai figli ha messo a punto un sistema che ora applica nelle scuole del campo. Un sistema fatto di gioco, fiducia, collaborazione e rispetto, che ha portato ad abbassare la tensione nelle classi e a migliorare i risultati scolastici.
Il Global Teacher Prize prevede per il vincitore un premio da un milione di dollari distribuito in 10 rate annuali, a condizione però che chi se lo aggiudica continui a fare l’insegnante per almeno altri 5 anni. Denaro che la professoressa ha intenzione di usare per combattere la violenza.
(video tratto dal canale YouTube di Al Jazeera)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->