domenica, Settembre 19

Hamas apre i suoi tunnel al turismo in Palestina field_506ffb1d3dbe2

0

Tunnel e gallerie sotterranee sono sempre state una costante di ogni conflitto. Come abbiamo ricordato in un nostro servizio, la loro importanza in alcuni dei più caldi teatri della regione del Mediterraneo non è da sottovalutare, ma è da inquadrare in un più ampio mutamento del fenomeno bellico che assegna ormai un ampio peso al campo di battaglia urbano. L’’impiego dei tunnel nei teatri bellici può avere uno scopo dichiaratamente offensivo, ma i tunnel possono avere anche una grande funzione difensiva e logistica.

Uno dei gruppi che più si è distinto nell’uso di queste cavità è sicuramente Hamas, i cui tunnel sono strutturalmente molto più avanzati e constano di ampi spazi, lavori di muratura e simili che richiedono soldi, lavoro e conoscenze specifiche. E oggi in Palestina è anche possibile visitarli. Infatti il ramo militare di Hamas, Iz ad-Din al-Qassam, ha aperto una mostra nel quartiere Shuja’iyya di Gaza per celebrare l’anniversario dei due anni dall’ultimo conflitto armato con Israele. Come parte della mostra, Hamas ha aperto una delle sue gallerie per il turismo. Un qualcosa di inusuale ma che ha attirato centinaia di palestinesi e non solo.

(video tratto dal canale Youtube di RT)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->