mercoledì, Ottobre 27

Grecia: il governo accelera la legalizzazione della cannabis terapeutica E questo potrebbe avere delle conseguenze positive sull' economia.

0

La Grecia starebbe accelerando la legalizzazione della cannabis terapeutica. Il Parlamento, infatti, dovrebbe presto votare l’ autorizzazione all’uso medico.

E qualche settimana fa il vice ministro dello Sviluppo Agricolo Yannis Tsironis ha annunciato un emendamento governativo per chiarire il quadro legislativo per la coltivazione e la realizzazione di prodotti farmaceutici a base di cannabis.

«Entro qualche settimana, sarà presentato un emendamento in parlamento per definire il quadro giuridico della coltivazione della produzione di prodotti farmaceutici che hanno come base la cannabis per uso terapeutico, cosa che spianerà la strada a investimenti in Grecia e dall’estero» aveva sottolineato Tsironis.

Una decisione che avrebbe anche buoni  risvolti economici. Secondo il ministro, infatti, il clima greco sarebbe ideale per la coltivazione della cannabis e questo potrebbe attirare investimenti nazionali e internazionali. Secondo le stime, il volume d’affari che potrebbe essere generato da questi investimenti “è stimato tra gli 1,5 e i 2 miliardi di euro”, ha precisato Tsironis, sottolineando che aziende greche ma anche israeliane e canadesi si sono dette interessate.

(Video tratto dal canale Youtube Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->