sabato, Ottobre 16

Grave genocidio in Rwanda: tutti i risvolti Le forze armate francesi in soccorso dei civili ruandesi accusati di omissione nell'Operazione Turchese 1994

0

Riguardo al genocidio in Rwanda l’esercito francese è stato accusato di abbandonare la popolazione civile. Le Associazioni umanitarie in difesa dei Diritti Umani chiedono il rinvio a giudizio per concorso in genocidio dei due ufficiali francesi, accusati di aver abbandonato la popolazione civile di Tutsi, nel giugno 1994, durante il massacro. Il corrispondente della emittente televisiva francese, France24, ha raccolto le testimonianze dei sopravvissuti. Due ufficiali dell’esercito francese, compreso il capo dell”Operazione Turchese’ in Rwanda del 1994, hanno respinto le accuse di complicità nel genocidio, definendole  ‘incredibili’ e ‘mostruose’. La Federazione Internazionale, la Lega dei diritti dell’uomo (FIDH e LDH), e l’Associazione per la sopravvivenza, il 24 novembre hanno accusato i militari di aver abbandonato al massacro centinaia di civili tutsi ammazzati a Bisesero nel giugno 1994.

(tratto dal canale ‘Youtube‘ di ‘France24‘)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->