domenica, Ottobre 24

Google e Burger King ai ferri corti per uno spot

0

Può una descrizione di un panino portare alla lite due colossi come Google e Burger King? Ebbene sì. La catena di fast food ha fatto un esperimento di marketing, con una pubblicità mirata di appena 15 secondi il cui scopo è attivare l’assistente personale di Google sui telefoni Android.

Nello spot un addetto di Burger King mostra uno dei prodotti di punta, il panino Whopper, e dice: «State guardando un annuncio di 15 secondi di Burger King, che purtroppo non è un tempo sufficiente per spiegare tutti gli ingredienti freschi del panino Whopper. Ma ho un’idea. OK, Google, cos’è il Whopper burger?». E parte l’assistente vocale di Google, con il sistema che però attiva le prime righe di una voce Wikipedia sul tema richiesto. Peccato che quest’ultima viene modificata proprio da Burger King per creare uno spot ad hoc.

Eh sì, perché si viene a scoprire che la frase è stata modificata dall’utente ‘Fermachado123’, pseudonimo legato a Fernando Machado, responsabile marketing di Burger King. Per questo Google, che non era stata informata di questa iniziativa commerciale, è intervenuta tecnicamente per impedire che i propri dispositivi si attivino.

(video tratto dal canale Youtube di Business Insider)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->