lunedì, Settembre 27

Goodbye Banca Veneto field_506ffb1d3dbe2

0

Un, due e tre e la Banca in Veneto non c’è più.

Certo, passato il cadavere della Popolare di Vicenza, il giorno prima dell’assemblea dei soci, è stata messa in liquidazione la Crediveneto, con sede a Montagnana (PD), tra poco vedremo passare pure Veneto Banca, il cui AD Cristiano Carrus dice «Andiamo in borsa perché disperati…». Vincenzo Consoli, invece, da Montebelluna sulla sua Crediveneto non dice proprio nulla i soci si preparano all’assemblea prevista per la Domenica 8 Maggio. Ma che succede?? Sabato mattina, dopo un cda alle 9,30, arriva un comunicato secco di Bankitalia: Crediveneto in liquidazione e rilevata da Banca e Sviluppo del gruppo Iccrea, causa del tutto una perdita di 72 milioni di euro, comprendendo rettifiche sui crediti per 65 milioni, mentre il patrimonio ammonta a 120 milioni, devastante.Tutti assicurano correntisti e quantaltro, una se ne è andata portandosi dietro più di 110.000 famiglie, Crediveneto vedremo, Veneto Banca rischia di essere la fotocopia della Popolare di Vicenza.
Ma tutto questo cosa vuol dire? Vuol dire solamente che il sistema bancario è saltato per aria solo in Veneto oppure è sintomo di qualcosa di addirittura, difficile immaginarlo, più grave ed esteso? Ma vediamo i numeri di questa banca di credito cooperativo, Crediveneto appunto, che è, anzi era, comunque la più grande realtà regionale di questo tipo: 27 filiali, 200 dipendenti, 8.500 soci, 30.000 clienti e poco più di 119 milioni di euro di patrimonio.

Il bilancio 2014 aveva chiuso, anche se per poche centinaia di migliaia di euro, in positivo, dopo che succede? Succede che arriva una ispezione di Banca di Italia e tutto si complica e 124 anni di storia finiscono con il subentro di Banca Sviluppo emanazione del movimento del credito cooperativo. Al telefono i dipendenti rispondono: «Banca sviluppo buongiorno» ed a richiesta di spiegazioni dicono di aver cambiato nome, in realtà Crediveneto non esiste più. Sia Popolare di Vicenza che Crediveneto, di fatto e riassumendo, finite dopo ispezioni che rilevano cose non corrette, tra poco sarà il turno, lo sanno tutti, di Veneto Banca, e di questi fatti la conclusione a cui tutti noi possiamo tranquillamente arrivare è che il sistema banca, almeno in questa regione, ha chiuso.

Il problema rimangono comunque le famiglie coinvolte in questa rovinosa vicenda, e mentre Zonin davanti casa ha un’ambulanza ed una scorta, per tanti non c’è la possibilità di avere proprio nulla. Le associazioni tipo Federconsumatori ed Altroconsumo si sono attivate da tempo, ma faticano ad operare non avendo neppure la certezza di un benché minimo risultato, “devi avere dei requisiti ben chiari, allora forse qualcosa si riesce a fare”, ci sono pure associazioni di professionisti che stanno preparando cordate, ma chissà. Aspettiamo dunque anche il crollo di Veneto Banca, dopo di che speriamo che qualcuno ci spieghi qualcosa…

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->