lunedì, Maggio 10

Golden Visa: Quanto costa la nazionalità europea?

0
1 2


Mentre molti africani e asiatici rischiano la vita nel tentativo di raggiungere l’Europa, alcuni governi del Vecchio Continente quali Irlanda, Portogallo e Spagna, hanno introdotto la Golden Visa per concedere la nazionalità a persone provenienti da altri Paesi che possono letteralmente “comprare” il diritto ad essere europei. In altre parole, è un modo per attrarre capitale offrendo in cambio la nazionalità europea attraverso uno dei suoi paesi membri.

Questa iniziativa, a quanto pare, ha riscosso grande successo in Portogallo ma non tanto in Irlanda e Spagna, dove la burocrazia ha costituito di fatto un ostacolo importante. Per avere maggiori informazioni sulla Golden Visa e la sua introduzione in Spagna, abbiamo parlato con l’avvocato Joaquín Yvancos.

 

Cos’è la Golden Visa, chi l’ha ideata, perché e quando è stata introdotta in Spagna

La cosiddetta Golden Visa, è stata creata dai britannici per favorire l’ingresso di capitale nel loro paese e consiste nel concedere il permesso di residenza a tutti coloro che acquistano un immobile nelle isole britanniche per un valore superiore a 2 milioni di euro. In Spagna la Golden Visa è stata introdotta il 27 settembre 2013 con la Legge 14/2014 a sostegno dell’imprenditorialità internazionale.

 

La Golden Visa esiste in altri paesi europei?

Questa iniziativa si è estesa rapidamente in molti paesi d’Europa secondo differenti quote di accesso e requisiti.

 

Oggi, in Spagna, come si può ottenere la Golden Visa?

Il rilascio all’investitore straniero della Golden Visa è sottoposto all’adempimento di almeno uno dei seguenti requisiti:

–  Acquisto di un bene immobile situato in Spagna per un valore minimo di 500.000 euro. Tale importo può anche essere investito in più proprietà o comproprietà.

– Trasferimento di Capitale pari a 1.000.000 euro nel sistema bancario spagnolo o in una Compagnia del territorio. Questo capitale può essere investito in qualsiasi tipo di attività o compagnia.

–  Una compagnia o attività che produrrà posti di lavoro, crescita economica e sviluppo scientifico e tecnologico.

–  Investimento in titoli di stato di debito spagnoli pari almeno a 2.000.000 euro. Gli azionisti di maggioranza di compagnie estere che investono in Spagna possono ottenere un “visto d’oro” individuale.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->