martedì, Maggio 11

Gibilterra, il confronto Spagna-Gb coinvolge anche il calcio

0

Che uno scontro politico si rifletta anche in altri ambiti è possibile. Ma che addirittura anche nel calcio non era prevedibile. Tredici persone sono rimaste ferite negli scontri tra polizia e tifosi inglesi nel centro di Madrid a poche ora dal match di Champions League tra Atletico Madrid e Leicester.

Perché? I tifosi delle Foxes, o per meglio dire alcuni facinorosi, hanno cercato di aggredire le forze dell’ordine al grido di ‘Maledetti spagnoli, Gibilterra è nostra!’. Alla fine alcuni feriti e diversi arresti.

Una situazione che già abbiamo già toccato ma che si sta aggravando. «Le ultime azioni della Spagna sono ovviamente e chiaramente una risposta al recente clima della politica inglese, è quello che hanno sempre fatto ma è indubbio che questo comportamento rimane totalmente e assolutamente inaccettabile», le recenti parole di Joseph Garcia, leader del Partito Liberale di Gibilterra (GLP) e primo ministro del governo e che fanno riferimento alle enormi code e interferenze ai controlli doganali da parte degli spagnoli.

Gibilterra è sotto il controllo dell’Inghilterra ma ora, a causa della Brexit, sembra sempre più debole l’influenza inglese sul territorio. La Spagna ha provato anche ad alzare la voce mandando un incrociatore nelle acque antistanti, mentre Theresa May e Boris Johnson hanno cercato di calmare la situazione. Dietro Gibilterra ci sono interessi economici che legano Spagna e GB. E chissà come andrà a finire.

 

(video tratto dal canale Youtube di RT)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->