giovedì, Ottobre 21

Giappone, la terza economia mondiale field_506ffbaa4a8d4

0

Il Giappone ha il più alto potere d’acquisto in Asia. Il cuore pulsante dell’attività industriale si trova nelle due città di Tsukuba e Kobe. Oggi il Giappone punta tutto sulle nuove strategie per l’economica.

A Tsukuba, città vicino a Tokyo, vi è un centro dove si sviluppano nuove tecnologie automobilistiche hi-tech. Le case automobilistiche giapponesi rappresentano il 30% della domanda internazionale.  Inoltre il Giappone è un paese che investe il 3,5% del suo PIL per ricerca e sviluppo. Il Presidente della filiale Giapponese del gruppo Valeo, Ryuji Saito, sostiene che «il segreto del nostro successo in Giappone, è un mix tra l’approccio giapponese e quello occidentale. Un connubio con la nostra leggendaria tradizione di produzione».

A Kobe, invece, si trovano i maggiori produttori di motori per le barche. Qui si trova la sede di Geislinger, un’azienda austriaca conosciuta a livello mondiale per la qualità dei suoi prodotti.

La cultura del business in Giappone è molto particolare, infatti, il concetto di servizio è fondamentale e la qualità deve essere eccellente. Inoltre resta di importanza fondamentale il supporto delle autorità e delle agenzie governative.

 

(video tratto dal canale YouTube di Euronews)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->