domenica, Agosto 1

Germania: guadagni per chi produce energie rinnovabili field_506ffbaa4a8d4

0

Un fatto insolito e, certamente, raro: la Germania, domenica 8 maggio, ha prodotto così tanta energia da fonti rinnovabili che i residenti, in realtà, per qualche ora di sole e vento propizio, hanno guadagnato soldi usando l’energia elettrica. Domenica, infatti, è stata una giornata particolarmente soleggiata e ventosa, che ha permesso di produrre energia eolica, solare, idroelettrica per alimentare il paese, per un totale di una produzione che ha toccato l’87 % dell’energia del Paese. In totale, la produzione di energie rinnovabili in Germania è stata del 33% l’anno scorso e, secondo le previsioni, salirà quest’anno a causa di nuova produzione di energia eolica. Il Paese è un modello nel settore delle energie rinnovabili, se consideriamo che la maggior parte degli 80 milioni di abitanti è pronta a sostenere queste energie. La Germania è vicina a un passo che sembra utopico: convertire il 100% di energie in energie rinnovabili entro il 2050.

La notizia porta la speranza che le promesse fatte Parigi, il 12 dicembre dell’anno scorso, potranno essere mantenute. L’accordo di Parigi, rappresenta un grande passo per le catastrofiche condizioni climatiche del nostro pianeta, visto che contiene punti importanti, come l’obiettivo di contenere l’aumento delle temperature entro 1,5 gradi rispetto ai livelli pre-industriali, in modo da evitare conseguenze catastrofiche.

(Video tratto dal canale Youtube: wochit news)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->