venerdì, Settembre 24

Germania e Turchia ai ferri corti per gli armeni

0

In Germania il Bundestag ha votato quasi all’unanimità una risoluzione, presentata dal blocco conservatore della cancelliera Angela Merkel, che riconosce il genocidio della popolazione armena da parte delle forze ottomane nel 1915. Dura però la reazione della Turchia, che ha immediatamente richiamato il suo ambasciatore a Berlino, con il presidente Recep Erdogan che ha sentenziato: «Comprometterà seriamente i rapporti tra i due Paesi. Questa decisione avrà un impatto molto serio sulle relazioni fra Turchia e Germania». E ha annunciato che seguiranno nuove misure contro il governo tedesco. Sia il primo ministro turco Binali Yildirim che il suo vice, Numan Kurtulmus, parlano di «errore storico». La Merkel però minimizza: «C’è molto che lega la Germania alla Turchia e, anche se abbiamo una differenza di opinione su una questione individuale, la vastità dei nostri collegamenti, della nostra amicizia, dei nostri legami strategici è troppo grande».

(video tratto dal canale Youtube del Wall Street Journal)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->