sabato, Maggio 8

GB: la Queen Elizabeth fa già acqua da tutte le parti La nuovissima portaerei, la prima uscita dai cantieri dopo decenni e la più costosa nave mai varata dal Paese, ha già dei problemi

0

La Royal Navy, tradizionale orgoglio della storica potenza marinara britannica, torna a far parlare di sè. Ma ancora una volta non per meriti. La nuovissima portaerei Hms Queen Elizabeth, la prima uscita dai cantieri della Gran Bretagna dopo decenni e la più costosa nave mai varata dal Paese, ha già dei problemi.

A svelare che la nave fa ‘letteralmente acqua è stato il ‘Sun‘ ma poi è arrivata la conferma ufficiale: la Queen Elizabeth, costata ai contribuenti 3,1 miliardi di sterline e inaugurata ufficialmente solo pochi giorni fa a Portsmouth dalla regina in persona, presenta alcune saldature difettose e ad ammetterlo sono gli stessi militari. Si parla di 200 litri d’acqua all’ora che vengono imbarcati.

La riparazione è già in programma a Portsmouth, ha confermato un portavoce della Marina, il quale però ha affermato che il difetto «non impedisce comunque alla nave di salpare di nuovo e non avrà impatto sulle sue missioni». Ma l’imbarazzo rimane eccome.

(video tratto dal canale Youtube del Telegraph)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->