giovedì, Maggio 13

#Freedom: i finalisti del Premio Sakharov 2015 field_506ffb1d3dbe2

0

Si chiamano: Raif Badawi, blogger saudita, Mesa de la Unidad Democrática, collettivo di prigionieri politici venuezelani di schieramento democratico,  Boris Nemtsov, fisico russo, ed ex-vice Primo Ministro, leader di opposizione, assassinato nel febbraio 2015 a Mosca. Questi i tre finalisti annunciati in Europarlamento candidati al Premio Sakharov 2015.
La speciale rassegna per la libertà di pensiero, venne istituita dal Parlamento europeo in onore del fisico sovietico e dissidente politico Andreï Sakharov, nel dicembre 1988. Lo scopo, sin dall’inizio, ha inteso omaggiare «individui e organizzazioni», si legge sul palinsesto alla memoria sul sito dell’Europarlamento, «che abbiano contribuito alla lotta per i diritti umani e le libertà fondamentali, in particolare il diritto alla libertà di espressione». In un video documentario la storia dei tre candidati al premio.

 

(Immagini tratte dalla selezione video del sito del ‘Parlamento Europeo’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->