sabato, Maggio 15

Frana in Cina: il piano dei soccorsi All'opera anche le squadre di soccorso specializzate nell'illuminazione notturna di soccorso feriti

0

I soccorritori occupati nella frana in Cina stanno sviluppando piani per salvare la gente coinvolta, dopo aver individuato i luoghi dove sono stati rilevati alcuni segni di vita nella città di Shenzhen (nella provincia di Guangdong, vicino alla città di Hong Kong) in Cina. La frana, che ha colpito il Parco industriale Hengtaiyu nel quartiere Guangming della città, domenica scorsa, ha creato molte persone scomparse, almeno 85. Oltre 660 poliziotti armati e 40 grandi gru fanno parte delle operazioni di soccorso per evacuare più di 900 persone, trasferire 1.500 residenti nelle vicinanze e riparare 11 sezioni di strade crollate, anche nel corso della notte con addetti specializzati, chiamati apposta per risolvere lo stato emergenza in atto. 16 persone rimaste ferite durante l’incidente sono state ricoverate presso vari ospedali a Shenzhen lunedì scorso e alcuni di loro si stanno riprendendo. Il personale medico per tale emergenza e soccorso è composto da esperti provenienti da Pechino e gli altri nominati dal Ministero della Salute di Guangdong e la pianificazione della Commissione creata ad hoc per tale disastro sta osservando le condizioni di ogni singolo ferito.

(tratto dal canale ‘Youtube’ di ‘ANI Multimedia‘)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->