martedì, ottobre 23

Ecco i film che hanno sbancato i botteghini nel 2017 La Bella e la Bestia è diventato il secondo film Disney a superare il miliardo d’incassi, sette anni dopo Alice in Wonderland

0

Il 2017 è agli sgoccioli e un altro anno è passato. Anche per il cinema. Quali sono i film che hanno incassato di più? Ebbene nel mondo ha spopolato letteralmente La Bella e la Bestia interpretato da Emma Watson e Dan Stevens, che è diventato il secondo film Disney a superare il miliardo d’incassi, sette anni dopo Alice in Wonderland.

L’ottavo capitolo di Fast&Furious poi segue con 1.235,8 milioni di dollari, scalzato però pochi giorni fa dal nuovo episodio di Star Wars. Il film It con i suoi 685 milioni di dollari è diventato l’horror più visto di tutti i tempi, mentre lo storico film Dunkirk con gli oltre 500 milioni complessivi incassati è stato una delle sorprese della stagione cinematografica.

Altre sorprese? Quarti in classifica Cattivissimo Me 3, che ha superato la soglia del miliardo di dollari (1,031,800,000 per essere esatti) d’incassi globali, mentre un altro film fantasy come I Guardiani della Galassia Vol. 2 può contare su guadagni al botteghino pari a 863,6 milioni di dollari davanti a Wonder Woman e Pirati dei Caraibi: La vendetta di Salazar.

Ecco una carrellata dei migliori film di questo 2017 secondo WatchMojo.com.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.