giovedì, Luglio 29

Fed: quali rialzi per i tassi di interesse?

0

Questa settimana sarà una settimana storica con eventi che potrebbero influenzare il nostro portafoglio e il resto del mondo:nelle prossime settimane e nel mese di ottobre ci sarà un mezzogiorno per l’O.K. della Fed sulla salita dei tassi di interesse. In attesa della trasmissione dell’O.K. da parte di Corral, la Fed ci deve presentare e quindi esporre che cosa hanno intenzione di fare a questo proposito.

Le ragioni per le quali la Fed alzerà i tassi di interesse sono il mercato del lavoro di miglioramento, la disoccupazione di riposo a 5,1%, un forte mercato immobiliare, aumento della fiducia dei consumatori, forti vendite di auto, e un buon rapporto recente del PIL.

Tuttavia quelle per le quali non alzerà i tassi di interesse sono le attuali questioni internazionali, in calo i prezzi dell’energia, e inferiore a numeri di produzione e di esportazione previsti. Inoltre grava pesantemente il fatto che l’Amministratore del Fondo monetario internazionale (FMI) e il capo della Banca Mondiale hanno chiesto alla Fed di non alzare i tassi, quindi si continua a credere che non alzerà i tassi di interesse.

Stanley Fisher, che è secondo in carica al Fed, ha una filosofia di andare avanti e alzare i tassi di interesse, perché nessuno sa veramente l’effetto fino a dopo che tale misura sarà effettuta, mentre attendere potrebbe essere peggiore. Quando Fisher ha fatto questo come il capo della Banca di Israele, hanno dovuto ripristinare l’aumento un anno più tardi. Molte altre banche di tutto il mondo hanno cercato di rialzare i tassi, non potendolo sostenere. Dal 2008 è diventato impossibile, durante la condizione economica, per qualsiasi banca sostenere di alzare i tassi di interesse.

Abbiamo detto fin dall’inizio dell’anno che la Fed non avrebbe dovuto alzare i tassi di interesse, mentre sarebbe meglio combattere la deflazione ormai avvenuta. Nel febbraio di quest’anno, abbiamo detto che il petrolio potrebbe partire da $ 20 al barile. La scorsa settimana, altri analisti finanziari stanno dicendo che sono sorpresi di tale rialzo, ma che ora è una possibilità. I dibattiti politici su tale tema aumentano la volabilità dei mercato finanziari e non solo. C’è comunque una possibilità che il presidente della Camera John Boehner ha potuto essere votato grazie a quella posizione che causa il conflitto a livello essenzialmente politico. La questione iraniana, il tetto del debito e le questioni fattura finanziamento autostrada stanno anche causando un vario e acceso dibattito a Washington. Tuttavia tale scontro di natura politica-fiscale sta facendo perdere alla gente la fiducia nella leadership del paese, mettendo in discussione la stabilità del loro lavoro e dell’economia, ritornando al motivo della suddetta volatilità dei mercati.

La società di investimento indipendente a Birmingham, fi-Plan Partners è una  AL, che serve clienti in tutta la nazione attraverso la pianificazione finanziaria, gestione patrimoniale e consulenza aziendale. fi-Plan Partners crea strategie nel migliore interesse dei loro clienti utilizzando sia investire a pagamento e di investimento transazionale.
I pareri espressi in questo materiale sono solo per informazione generale e non intendono fornire consigli o raccomandazioni specifiche per ogni individuo. Tutte le performance hanno una storia divers e ciò non dà garanzia di risultati futuri. Tutti gli indici non sono gestiti e nulla non può essere investito in diretta: l’investimento azionario comporta dei rischi, compresa la potenziale perdita di capitale.

(tratto dal canale ‘Youtube’ della ‘fi-Plan Partners’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->