sabato, Luglio 24

Facebook: in arrivo la funzionalità per gli appuntamenti online Le funzionalità saranno disponibili tramite l'app, ma richiede agli utenti di aderire

0

Mark Zuckerberg ha svelato i piani di Facebook per entrare nel mercato degli appuntamenti online con un nuovo servizio di incontri volto a costruire “relazioni significative” dopo gli scandali che hanno sconvolto Facebook sulla cattiva gestione delle informazioni personali e sulla presunta manipolazione dei dati per influire delle elezioni. 

«Ci sono 200 milioni di persone su Facebook che si presentano come single, quindi chiaramente c’è qualcosa da fare qui. Stiamo annunciando una nuova serie di funzionalità in arrivo su appuntamenti, ora sarà per costruire relazioni reali a lungo termine, non solo per i collegamenti. Abbiamo progettato questo con la privacy e la sicurezza in mente fin dall’inizio», ha detto Zuckerberg. Le funzionalità saranno disponibili tramite l’app, ma richiede agli utenti di aderire. Quando un utente sceglie e crea un profilo, gli incontri suggeriti saranno solo al di fuori della loro rete di amici. Gli amici non saranno in grado di vedersi attraverso la funzione di appuntamenti. Non è stata annunciata alcuna data di lancio, ma la funzionalità sarà disponibile “presto”.

(Video tratto dal canale Youtube Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->