mercoledì, Luglio 28

#Europa2014: Martin Schulz 40

0

Martin Schulz

 

Martin Schulz (Hehlrath, Germania, 1955)

Candidato da: PSE Partito Socialista Europeo

Al 15 maggio 2014 riveste i seguenti incarichi:
Membro del Gruppo dell’Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo
Presidente dell’Ufficio di presidenza del Parlamento europeo, della Conferenza dei presidenti, del Parlamento europeo e della Delegazione all’Assemblea parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo.

Qui il programma per le #Europee2014

Qui tutti gli incarichi ricoperti in Europa

Qui tutti gli interventi al Parlamento Europeo

Leggi la cronaca – in tweet – del dibattito del 15 maggio tra i 5 candidati (@valeria_noli) #Europa2014

Sintesi del CV (fonte: europarl.europa.eu)

Nato nel 1955 a Hehlrath, in Germania, tra 1975 e 77 Martin Schulz ha appreso il mestiere di libraio e ha continuato a svolgere attività nello stesso settore fino al 1994.
Entrato nel partito socialdemocratico tedesco  -SPD- nel 1971, vi ha svolto tutta la sua attività politica. È stato membro del Consiglio del partito, del direttivo del circondario del Mittelrhein, poi Presidente della sezione circondariale di Aquisgrana (1996). Dopo un periodo nel direttivo federale, nel 2005 è entrato nella Direzione del partito. Dal 2004 è vice Presidente dell’Internazionale socialista.
Dopo un mandato nel Consiglio comunale della città di Würselen, a soli 31 anni ne diventa sindaco (in carica dal 1987 al 1998).
Nel 1994, Deputato al Parlamento europeo, ha coordinato il gruppo PSE in seno alla sottocommissione per i diritti dell’uomo per due anni e, fino al 2000, in seno alla Commissione per le libertà pubbliche e gli affari interni. Presidente del gruppo SPD al Parlamento europeo fino al 2004, da quell’anno è il Presidente del gruppo del PSE.


 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->