giovedì, Giugno 17

#Europa2014: Jean-Claude Juncker Candidato da: PPE Partito Popolare Europeo

0

Jean-Claude Juncker

 

Jean-Claude Juncker (Redange-sur-Attert, Lussemburgo, 1954)

Candidato da: PPE Partito Popolare Europeo

Qui il programma per le #Europee2014

Leggi la cronaca – in tweet – del dibattito del 15 maggio tra i 5 candidati (@valeria_noli) #Europa2014

Biografia nel sito del PPE (in inglese)

Biografia non ufficiale (fonte: wikipedia)

Membro del Partito Popolare Cristiano Sociale (PCS/CSV) dal 1974, ne divenne, nell’ottobre 1979, il segretario parlamentare e presidente fra il gennaio 1990 e febbraio 1995.
Fu nominato nel dicembre 1982, a 28 anni, Segretario di Stato al Lavoro e alla Sicurezza Sociale.
Nel giugno 1984, Jean-Claude Juncker fu eletto per la prima volta al Parlamento lussemburghese e fu nominato Ministro del Lavoro e Ministro delegato al Bilancio nel primo Governo diretto da Jacques Santer e poi, dopo le elezioni legislative del giugno 1989, fu nominato Ministro delle Finanze e Ministro del Lavoro.

La designazione di Jacques Santer a Presidente della Commissione europea da parte del Consiglio Europeo e la sua conferma da parte del Parlamento Europeo, portò il Granduca Giovanni di Lussemburgo a nominare Jean-Claude Juncker Primo Ministro, Ministro di Stato, il 20 gennaio 1995. Anche da capo del Governo continuò ad esercitare le funzioni di Ministro delle Finanze, Ministro del Lavoro e Ministro del Tesoro.

Dopo le elezioni legislative del giugno 1999 vinte dal Partito Cristiano-Sociale, Jean-Claude Juncker fu nuovamente posto alla testa del nuovo governo, composto da rappresentanti cristiano-sociali e del Partito Democratico, mettendo così fine ad una coalizione durata 15 anni tra il PCS e il Partito Socialista Operaio lussemburghese. Jean-Claude Juncker mantenne anche il portafoglio di Finanza e Comunicazione.

Governatore della Banca mondiale dal 1989 al 1995, Jean-Claude Juncker assunse dal 1995 la responsabilità di Governatore del Fondo Monetario Internazionale e di Governatore della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS).

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->