venerdì, Maggio 20

Escort in Italia: il mercato e i luoghi comuni sulla professione Nell’ultimo anno, il settore è cresciuto del 7%: le statistiche parlano di 120mila lavoratrici stabili e 20mila occasionali, 3 milioni di clienti e ricavi per circa 4,7 miliardi di euro. Stanno cadendo i tabù legati alla sfera sessuale, ma non quelli sul mestiere di escort

0

In Italia il settore delle escort genera ricavi per circa 4,7 miliardi di euro e vede occupate circa 120.000 lavoratrici stabili e 20.000 occasionali, con una crescita del 7% registrata nell’ultimo anno, secondo le statistiche degli esperti di Escort4you. Il numero di clienti si aggira intorno ai 3 milioni e attualmente il metodo più utilizzato per la ricerca delle escort sono i siti specializzati come https://it.escort4you.xxx, i quali permettono ai clienti di filtrare i risultati per ricevere la compagnia che cercano in maniera rapida e comoda.

Il settore delle escort è in crescita, segno che i tabù legati alla sfera sessuale stanno lentamente cadendo. Eppure restano ancora radicati molti luoghi comuni nella società di oggi, primo tra tutti quello che vede le escort come donne sfruttate. Su questo bisogna fare chiarezza e distinguere la prostituzione sulla strada, che è spesso associata a situazioni di sfruttamento, e l’attività delle escort. Le escort sono ragazze che svolgono la propria attività in totale autonomia, grazie all’iscrizione su siti come Escort4you, e che tengono quindi il 100% dei pagamenti per le loro prestazioni, senza dover pagare nessuno. Non solo: le escort sono libere di scegliere la tipologia di clientela che preferiscono, i servizi da offrire e i luoghi di lavoro, che gran parte delle volte sono gli appartamenti personali, oppure stanze di alberghi anche di classe. Le escort a Roma o le escort a Milano, per esempio, affittano spesso stanze in pieno centro in luoghi costosi ma discreti e dotati di tutti i comfort.

In genere, le escort sono ragazze che sanno quello che vogliono e gestiscono i propri affari in maniera autonoma, nonostante un settore non ancora regolamentato. E qui passiamo a un altro importante luogo comune: l’attività delle escort è legale? Molti non sanno ancora che il mestiere della escort è completamente legale, come anche stare in loro compagnia. Le regolamentazioni che si fanno ancora attendere sono solo quelle relative alla gestione fiscale, ovvero al pagamento delle tasse, alle eventuali pensioni e così via.

Oggi, con una maggiore libertà sessuale, i luoghi comuni relativi al mondo delle escort stanno lentamente scomparendo, anche se indubbiamente ci vorranno ancora anni prima che la società di impronta cattolica torni ad accettare una realtà che affonda le sue radici nell’antichità della Grecia e di Roma e che per secoli è stata normata e culturalmente lecita.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->