venerdì, Settembre 17

Erdogan, missione a Cipro field_506ffbaa4a8d4

0
1 2


Atene – Il 20 Luglio 1974 è stata la prima fase dell’invasione turca di Cipro come pretesto del colpo di stato contro il presidente Arcivescovo Makarios portato avanti dai colonnelli greci ad Atene. In questo anniversario, Tayyip Erdogan è andato a fare visita nella parte occupata di Cipro. Dal momento della recente elezione del nuovo leader turco-cipriota Mustafa Akintzi, c’è stata una ripresa dei colloqui interni a Cipro, il tutto con più speranza e ottimismo. Mustafa Akintzi è un leader più moderato, che sostiene le buone relazioni e la coesistenza tra greco-ciprioti e turco-ciprioti e la soluzione del problema di Cipro con un compromesso.

Tuttavia, c’è molto scetticismo a Cipro da una grande parte dell’opinione pubblica, che evidenzia come il cuore del problema non siano i rapporti interni ma l’invasione turca e le ambizioni geopolitiche di Ankara su Cipro. C’è un cambiamento in questo senso? E’ difficile affermare il contrario, dal momento che la Turchia non persegue costantemente una soluzione basata sul rispetto dell’indipendenza e della sovranità di Cipro, sui diritti dell’uomo e a livello comunitario, ma una soluzione di due Stati ‘uguali, uniti nel quadro di una cosiddetta federazione bizonale, che sembra più una confederazione invece che una federazione. Attraverso questo artificio ‘costituzionale’, Ankara persegue l’equalizzazione della minoranza turco-cipriota del 18% con la maggioranze greco-cipriota che rappresenta l’80%, e l’abolizione reale, nel caso di Cipro, del principio democratico un uomo un voto.

Allo stesso tempo, una ‘soluzione’ del genere potrebbe comportare il riconoscimento e la legittimazione di una invasione e occupazione di fatto e la presentazione della parte occupata di Cipro come la base territoriale di uno stato turco-cipriota ‘uguale’. Inoltre, la parte turca chiede l’applicazione a Cipro di un ‘diritto primario europeo’, in modo che sia possibile l’eccezione di Cipro dalle regole generali dell’acquis comunitario europeo e l’applicazione di un regime speciale, che consentirebbe eccezioni permanenti a scapito dei diritti della parte greco-cipriota, al fine di salvaguardare il principio della ‘federazione bizonale’.

Più concretamente, le eccezioni permanenti non avrebbero permesso ai greco-ciprioti di tornare e stabilirsi liberamente nella parte occupata e di esercitare i loro diritti politici. Ankara insiste anche per il mantenimento del vecchio sistema di garanzie, che è stato istituito dagli accordi di Londra-Zurigo del 1960, al momento dell’indipendenza di Cipro. Lungo questi problemi, restano, naturalmente, le altre questioni fondamentali come quella del territorio sotto il controllo di ogni comunità e la partenza di oltre 150.000 coloni, che si stabilirono a Cipro con uno specifico piano di Ankara per cambiare la demografia dell’isola e il suo carattere greco.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->