lunedì, Novembre 29

Enrico Ferrone nominato correspondant dell’Académie de l’Air et de l’Espace “Considero un’onorificenza importante entrare a far parte dell’Académie de l'Air et de l'Espace”

0

Il 26 novembre Enrico Ferrone è stato nominato correspondant all’Académie de l’Air et de l’Espace nella sede storica di Tolosa, Francia.

Enrico Ferrone è ingegnere, giornalista, autore di numerosi saggi su aeronautica e spazio. Ha vinto il premio Corsena nel 2018 con il libro ‘Lo spazio di una vita’.

Da oltre cinque anni collabora con il quotidiano ‘L’Indro’ con temi inerenti la politica aerospaziale italiana, europea e mondiale.

Considero un’onorificenza importante entrare a far parte dellAcadémie de l’Air et de l’Espace ha dichiarato Ferrone al termine della cerimonia. E ha aggiunto: “Quando l’informazione e l’approfondimento dei fatti vengono trattati con rigore, tutti i confini nazionali sono superati; contribuire alla conoscenza di temi fondamentali per le strategie di un futuro quale è la conquista dello spazio, rappresenta un compito impegnativo e spesso difficoltoso. Essere parte di coloro che operano per queste discipline è un vero motivo di orgoglio”.

L’Académie de l’Air et de l’Espace è un’associazione di pubblica utilità creata nel 1983 con il patrocinio dei ministri francesi dell’Industria, Ricerca, Difesa, Educazione Nazionale e Trasporto con lo scopo di promuovere lo sviluppo delle attività scientifiche, tecniche, culturali e umane nei settori dell’aeronautica e dello spazio.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->