mercoledì, Aprile 14

Energia, con la liberalizzazione del mercato l’utente può tornare protagonista Ecco cosa c'è da sapere sul mercato libero e sulle novità che porterà con sé

0

La liberalizzazione del mercato energetico, iniziata ormai un decennio fa, arriverà al suo definitivo compimento il 1° gennaio 2022 con il passaggio dal mercato di tutela a quello libero. Ma cosa c’è da sapere sul libero mercato e sulle novità che porterà con sé? 

Il libero mercato cambierà il settore gas e luce poiché verrà introdotto un nuovo modo di calcolare le tariffe pagate dagli utenti finali, in base all’operatore prescelto. Nel mercato tutelato, tuttora in vigore, è l’ARERA che ogni trimestre rimodula le tariffe in base all’andamento dei prezzi delle materie prime. Con la definitiva introduzione del mercato libero, questa impostazione sarà sovvertita

Verrà conferito più potere decisionale e contrattuale all’utente finale che potrà scegliere la tariffa con la libertà di cambiare gestore qualora quello attuale non soddisfi più le necessità.

Ciò significa anche la possibilità di sottoscrivere, senza costi aggiuntivi, un’offerta più allettante nel caso si dovessero concretizzare nuove opportunità.

Quel che appare sicuro, è un mercato che si caratterizzerà per maggior dinamismo e competizione tra gli operatori energetici pronti a darsi battaglia con nuove proposte per accaparrarsi i clienti, e con l’utente finale che potrebbe beneficiare di un livello qualitativo di offerte e servizi migliore. 

Come orientarsi in questo nuovo scenario? La dritta sempre valida è quella di preferire l’operatore che annovera la proposta che meglio si adatta ad esigenze e abitudini di consumo. Ad esempio, le offerte gas E.ON, fornitore innovativo che fa del rapporto con i clienti il fulcro del suo operato, risultano essere particolarmente apprezzate sia dagli utenti privati che sul versante aziende e liberi professionisti

Va chiarito che per accedere al libero mercato non si dovrà pagare un sovrapprezzo e non si richiede il cambio del contatore. La scelta del gestore e della relativa tariffa può essere effettuata comodamente online

Il nuovo fornitore gestirà il passaggio senza oneri e incombenze per l’utente e senza provocare interruzioni del servizio. Per effettuare il passaggio, verranno richiesti i dati anagrafici dell’intestatario della fornitura e l’indirizzo della stessa, nonché alcuni dati tecnici come, nel caso del gas, il codice PDR.

Un iter tutto sommato semplice e veloce, che mette in condizione l’utente di sottoscrivere l’offerta desiderata senza particolari problemi e criticità.

Sarà interessante notare le evoluzioni da qui ai prossimi mesi, ma di sicuro, grazie al libero mercato, l’utente finale può finalmente ritornare attore protagonista, monitorando il mercato alla ricerca di proposte convenienti e beneficiando di servizi migliori grazie alla maggior competizione tra gli operatori

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->