domenica, Ottobre 24

Emergenza idrica: l’India pensa al river-linking


0
1 2


La recente decisione di riprendere in mano i progetti di river-linking, ovvero il congiungimento di corsi d’acqua diversi per migliorare il sistema di irrigazione e generare energia, manifesta un crescente interesse del Governo indiano nell’affrontare le problematiche della scarsità e della gestione delle risorse idriche nazionali.
E’ previsto, infatti, che l’India diventi un Paese a scarsa disponibilità idrica entro il 2025 a causa del forte divario tra domanda e offerta; secondo la Banca Mondiale, la richiesta di acqua per uso industriale, produzione di energia e altri utilizzi dovrebbe crescere da 67 miliardi di metri cubi a 228 entro i prossimi 10 anni. 
Il neonato progetto di congiungere i fiumi Manas, Sankosh, Teesta e Ganga nelle regioni di Assam, Bengali ovest e Bihar, segue il più ampio piano, approvato a inizio secolo e non ancora completato, di congiungere 30 fiumi, 16 nella zona peninsulare e 14 nelle regioni dell’Himalaya, e trasferire così circa 170 miliardi di metri cubi d’acqua. L’idea di congiungere dei corsi d’acqua fu discussa infatti per la prima volta dall’ex Primo Ministro Atal Bihari Vajpayee e dal suo Bharatiya Janata Party
già un decennio fa.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->