giovedì, Maggio 13

Economia nigeriana, ripartire dai prodotti locali

0

Il ribasso del prezzo del petrolio ha spinto la Nigeria nella peggiore crisi economica registrata da decenni. Per tentare di risollevare l’economia, il Governo ha lanciato una campagna per incoraggiare le persone ad acquistare prodotti confezionati nel Paese.

Si punta ad aumentare il giro d’affari, creare posti di lavoro e accrescere i guadagni per gli artigiani e la proteggere la valuta nigeriana, la naia. Il Governo sta cercando di far riavviare parte dell’industria conciaria nazionale, sia aumentando la disponibilità di pelli grezze, sia riaprendo quelle concerie che hanno chiuso per mancanza di fondi.

Si cerca quindi di incentivare e invogliare i cittadini ad acquistare prodotti locali, evitando di affidarsi solo alle importazioni. La campagna è partita anche sul web, grazie agli hashtag #BuyNaijaToGrowTheNaira e #MadeInNigeria. Questo progetto cerca di diversificare l’economia del Paese, generando ricavi non solo dal settore petrolifero.

 

(video tratto dal canale YouTube di Al Jazeera English)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->