sabato, Settembre 25

Economia cinese: corre più del previsto field_506ffbaa4a8d4

0

L’economia cinese è cresciuta ad un lento ritmo trimestrale nel corso degli ultimi sette anni, approdando -l’ultima volta- ai livelli più bassi mai visti durante i giorni bui della crisi finanziaria globale dell’inizio 2009. Tuttavia, nonostante le condizioni di deterioramento economico, l’economia cinese ha sfidato le aspettative di rallentamento con una crescita del PIL del 6,7 per cento nei tre mesi fino alla fine del mese di giugno. Risultati leggermente migliori rispetto alla previsione del 6,6 per cento presente in un sondaggio eseguito dagli economisti di CNNMoney sul medesimo periodo preso in esame, e che corrisponde al tasso di crescita nel primo trimestre. Così, la seconda più grande economia del mondo è migliorata allo stesso periodo dell’anno precedente, secondo il National Bureau of Statistics della Cina.

Il fatto che la crescita economica sia leggermente superiore a quella che il mercato ha previsto è un segnale molto positivo: l’economia del Paese è cresciuta a 1,8 per cento nel trimestre preso in considerazione. Il risultato migliore del previsto ha supportato guadagni solidi sui mercati azionari regionali e ha spinto verso l’alto le quotazioni delle materie prime di base, con lo scambio dollaro australiano vicino a 77 centesimi di dollaro.


 

 

 

(video tratto dal canale YouTube di NewsBeat Social)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->