sabato, Luglio 24

E se fossimo noi i Pokemon?

0

Il mondo dello spettacolo, quel mondo che tutti guardiamo per rilassarci, per ridere, per avere dei momenti di piacevole relax, quel mondo che ci accompagna, di fatto, in ogni momento della nostra vita, quel mondo che ci fa parlare al bar con gli amici, le discussioni e i ricordi di una partita, di un film, di una canzone … ma è davvero tutto così semplice e bello? Non credo, credo ci presentino tutta una finzione, una cosa atta ad ‘educare’ il pubblico… e sin qua il discorso ci sta tutto… ma i protagonisti sono davvero tutti così perfetti? Sono davvero tutti felici di fare un lavoro cosìfortunato? Ascoltando le varie dichiarazioni si direbbe che la maggior parte lo sono, ma come mai ogni tanto trapela il contrario?
Questo, potremmo definirlo ‘soft power’, in realtà di soft ha veramente molto poco, non sono concessi sbagli, non sono concessi personalismi, non è concesso nulla… la costruzione di un personaggio è quasi sempre stabilita a tavolino da esperti di comunicazione, la verità non è ammessa… come per i vari Presidenti degli Stati Uniti… i quali hanno sempre chi gli scrive i discorsi, come non dovessero pensare… I protagonisti del mondo dello spettacolo possono pensare? Possono fare dichiarazioni sincere? Possono mostrarsi in pubblico come in realtà sono? A volte, e per me lo sono la maggior parte, assolutamente no.

Si può essere spontanei? No… deve essere sempre tutto perfetto, deve essere sempre tutto stabilito… di fatto, essere ciò e chi non sei assolutamente, bisogna essere ciò che il pubblico chiede… dicono…

Continuare ad educare il pubblico affinché chieda ciò che ‘pensiamo’ sia giusto, non credo sia la strada giusta… Ne parla ampiamente il bellissimo film ‘The Truman Show‘… all’interno del quale il regista dello show si chiama Dio… guarda caso… ma quanti Dio ci sono nel mondo dello spettacolo? Troppi, e troppo convinti di esserlo davvero.
La massa segue ciò che gli viene propinato, oggi tutti alla caccia dei Pokemon, i commercianti pagano per avere i Pokemon nei loro negozi affinché la gente entri, le località turistica pagano per far trovare quegli esserini nei punti di interesse, pagano pure per far trovare i ‘punti di ricarica’ delle palline da lanciare… le persone si muovono in massa cercando i Pokemon, tutti ne parlano, tutti comunicano via Facebook tutto… Ricordo quando lessi per la prima volta ‘1984‘ di George Orwell… mi dicevo: “allucinante…non può essere”. Ed invece ci siamo in pieno, ‘La Fattoria degli animali‘ è arrivata, con il problema che noi, non avendo più identità, non siamo nemmeno animali… ma cosa siamo? Spero non siamo noi i veri Pokemon che qualcuno si diverte a catturare, ma la sensazione di oggi è proprio questa.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->