lunedì, Maggio 10

Dubai: si è concluso il Global Women’s Forum Tra i vari progetti, hanno avuto spazio quelli dedicati all’innovazione e alla sostenibilità energetica

0

Costruito sul tema ‘Let’s Innovate!’, il 23 e 24 febbraio si è tenuto, all’Hotel Madinat Jumeirah di Dubai, il Global Women’s Forum Dubai 2016. Organizzato dal Dubai Women Establishment e Women’s Forum for the Economy & Society, è stato il primo appuntamento dedicato ad incentivare il ruolo delle donne nella società che sia stato ospitato in un Paese del Medio Oriente. E’ stata una piattaforma di discussione sul vero significato della parola ‘Innovazione’ che non ha mai avuto precedenti.

Fondata nel 1982 negli Stati Uniti, l’International Women’s Forum (Forum Internazionale delle Donne) si è sviluppato in sei continenti per un totale di ventinove nazioni e promuove la leadership attraverso carriere, culture e continenti collegando le donne più autorevoli del mondo.  Vi si può aderire solo su invito, il quale è subordinato a specifiche norme internazionali. I soci s’impegnano a migliorare la leadership mondiale di oggi e a coltivare le donne leader di domani.

Fra le personalità presenti possiamo trovare figure quali la Principessa Rania di Giordania e  l’ex-Commissario europeo ed ex-Ministro degli Esteri italiano Emma Bonino; per un totale di oltre 2.000 invitati.

Tra i vari progetti, hanno avuto spazio quelli dedicati all’innovazione e alla sostenibilità energetica, con iniziative originali come il connubio tra sport e produzione di energia. Inoltre, le donne della regione vogliono affermare se stesse attraverso l’innovazione e le competenze scientifiche.

 

(video tratto dal canale YouTube Euronews)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->