sabato, Maggio 8

Cuba riapre agli USA! Il messaggio del ministro degli Esteri cubano

0

La bandiera cubana sventola a Washington. Per la prima volta dopo in 54 anni, il vessillo dell’isola caraibica è stato alzato all’ambasciata dell’Avana a Washington. Il ministro degli Esteri cubano Bruno Rodriguez ha presieduto la cerimonia di riapertura della sede diplomatica. «La ripresa dei rapporti diplomatici fra Cuba e Stati Uniti avrà senso solo se gli Usa rimuoveranno l’embargo e restituiranno a Cuba la base di Guantanamo, nella zona orientale dell’isola», ha puntualizzato Rodriguez nel suo intervento alla cerimonia. Contemporaneamente è stata riaperta anche l’ambasciata degli Stati Uniti all’Avana con l’annuncio che il segretario di Stato americano, John Kerry, si recherà in visita a Cuba il prossimo 14 agosto. È l’ultimo segnale del miglioramento delle relazioni tra i due Paesi, dopo che lo scorso dicembre il presidente statunitense Barack Obama e quello cubano, Raul Castro, hanno annunciato la volontà di “normalizzare” i rapporti.  John Kerry sarà il primo segretario di Stato Usa a recarsi a Cuba dal 1945. Oggi, in occasione della riapertura ufficiale delle relazioni diplomatiche tra Washington e l’Avana, Kerry incontrerà al dipartimento di Stato il ministro cubano degli Esteri Bruno Rodriguez Parrilla e all’incontro seguirà una conferenza stampa congiunta

(tratto da ‘Youtube‘, nel canale dedicato alla ‘CNN‘)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->